I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Cookie Policy   -   OK
05/01/2017 10:40:00

Abuso d'ufficio, indagato l'ex Sindaco di Alcamo Bonventre. E Scala, invece, è "in prova"

 L’ex sindaco di Alcamo Sebastiano Bonventre è indagato per abuso d’ufficio. Lo si apprende perchè ha ricevuto un invito a comparire da parte della Procura della Repubblica di Trapani per il prossimo 12 Gennaio. Sono indagati anche l’ex segretario comunale Cristoforo Ricupati, l’ex dirigente dell’area
pianificazione Gaspare Fundarò, e i dirigenti Marco Cascio e Sebastiano Luppino, anche loro destinatari di avvisi di garanzia. L’indagine riguarderebbe il conferimento della posizione organizzativa al geometra Giuseppe Stabile, funzionario del Comune di Alcamo. Secondo l’ipotesi investigativa, non avrebbe avuto i necessari titoli per accedervi.

Giuseppe Stabile - che ha una condanna per abusivismo edilizio - è responsabile dei Servizi Urbanistica e Pianificazione del Comune di Alcamo. E' finito nell'occhio del ciclone per  alcune pratiche edilizie concernenti interventi edilizi privati nell’area della cosiddetta pedemontana. Il Tar lo scorso 13 ottobre ha sancito che sono da ritenersi illegittimi alcuni atti predisposti dallo stesso geometra, prima dell’insediamento del nuovo sindaco, circa la sospensione, in blocco, di diverse decine di pratiche edilizie interessanti la pedemontana, rimandandone l’esame a data da destinarsi.

SCALA. L’ex sindaco di Alcamo Giacoma Scala e il giornalista Baldassare Carollo dovranno svolgere lavori di pubblica utilità. Lo ha disposto il giudice Gianluigi Visco. Il provvedimento scaturisce a seguito di un esposto per diffamazione a mezzo stampa presentato dall’ex candidato sindaco Niclo Solina. I fatti risalgono alla campagna elettorale del 2012. Scala rilasciò alcune dichiarazioni ritenute diffamatorie. L’intervista, veicolata sotto forma di spot elettorale, andò in onda in un emittente locale dal 14 al 18 maggio 2012, in piena campagna per il ballottaggio. Scala e Carollo hanno chiesto ora al
giudice la messa alla prova. A partire dal prossimo 20 gennaio, l’ex sindaco svolgerà lavori di pubblica utilità presso un’associazione mentre Carollo in una parrocchia. Al termine dei cinque mesi, il giudice valuterà la messa alla prova.
 


Ti potrebbe interessare anche:

comments powered by Disqus