Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi
05/01/2017 00:00:00

Castellammare, finiti i lavori di messa in sicurezza del costone. Ora tocca al depuratore

A Castellammare del Golfo sono terminati i lavori di messa in sicurezza del costone che si trova sopra il porto. Lavori necessari per prevenire il rischio e ridurre il dissesto idrogeologico in particolar modo per quella zona che dovrà ospitare il depuratore comunale. "Ora che sono stati ultimati questi lavori - fa sapere il sindaco Nicolò Coppola -, abbiamo richiesto la certificazione di collaudo che ci consente di attivare la procedura presso l’assessorato regionale Territorio e Ambiente, e procedere con il progetto per il depuratore e per questo abbiamo chiesto la certificazione di collaudo al Genio Civile. Adesso - conclude la spiegazione il sindaco Nicolò Coppola - sarà il commissario straordinario a dover adeguare il progetto così da appaltare i lavori che ci auguriamo possano partire nel più breve tempo possibile". Il depuratore di Castellammare è stato finanziato con 23 milioni e 500 mila euro con la delibera del Cipe 60 del 2012: 18 milioni 500 mila euro sno impegnati per  il depuratore cittadino e 5 milioni di euro quello di Scopello.

 


Ti potrebbe interessare anche: