Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi
17/07/2017 08:42:00

La solidarietà dei penalisti di Marsala all'avvocato Renzo Carini

 La Camera Penale di Marsala esprime solidarietà al collega Renzo Carini per il grave gesto di minaccia subito nell'esercizio delle sue funzioni di avvocato. " "Troppo spesso - scrive in una nota il presidente Giacomo Frazzitta - la dignità dell'avvocatura è calpestata e vilipesa per cui bisogna stare uniti per svolgere al meglio l'importante funzione di difensori a tutela dei cittadini che ci viene affidata dalla Costituzione. Colpire un avvocato significa colpire il cuore della democrazia e questo noi non lo consentiremo".

Come ha raccontato Tp24.it, l'avvocato Renzo Carini è stato oggetti di pensati minacce di morte per una causa che stava seguendo. Non doveva eseguire il mandato della sua cliente, un'imprenditrice di Palermo, cioè eseguire una sentenza della Corte d'Appello e chiedere il pagamento delle somme previste  Prima sono arrivate le teste di oca mozzate, poi le cartucce in una lettera inviata da Castelvetrano. Dopo la sua denuncia sono arrivati gli arresti. La polizia ha infatti arrestato Francesco Giovanni Figlioli, 53 anni, marsalese, ex titolare della ditta 2F Lampadari di Marsala, e Antonino Natalizii, suo cognato, 50 anni mazarese.

Ti potrebbe interessare anche: