Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi
11/08/2017 10:59:00

Marsala, l’acqua sta tornando. Cittadini stanchi e arrabbiati, Sindaco aggredito

19,20 - Lentamente, l'acqua sta tornando a poco a poco nelle case dei marsalesi. L'ennesimo guasto alla rete idrica è stato riparato, in attesa del prossimo guasto, dato che la rete è vecchia e si rompe ogni due minuti. Va registrato il clima di esasperazione in città, soprattutto tra i ristoratori del centro e i titolari di pub ed enoteche. Vero è che non è colpa dell'Amministrazione se la rete fa acqua - è proprio il caso di dirlo - da tutte le parti, ma è anche vero che i cittadini sono abbandonati a se stessi, nessuno li informa, i numeri di telefono spesso squillano a vuoto. Il Sindaco Di Girolamo  è stato aggredito dal titolare di una enoteca del centro. Racconta l'assessore Rino Passalacqua: "L'acqua sta iniziando a scorrere nelle utenze del centro storico, il guasto di mercoledì in pieno Agosto ha creato molti disservizi soprattutto alle attività di somministrazione il Sindaco è stato il primo che si è adoperato per far sì che i disagi durassero il minor tempo possibile ed insieme ai tecnici ci sono riusciti; in queste 48 ore ho assistito a reclami e esternazioni legittime di malcontento, ma purtroppo il guasto non l'ha provocato il sindaco ne l'amministrazione, su quest'ultimo episodio si sta cercando di trovare la responsabilità sul accaduto che regolarmente da circa un ventennio provoca malumori sui cittadini! Ma oggi un episodio mi ha colpito profondamente: un esercente di una enoteca del centro ha aggredito verbalmente e quasi fisicamente il sindaco mentre stava uscendo dal comune, la volgarità degli insulti non è riportabile; un concentrato di maleducazione e cafoneria da vomito per chi si trovava in quell'istante sul luogo! Si è allontanato solo perché sono intervenute le forze dell'ordine! Un essere del genere non merita di avere un'attività nel salotto della città per accogliere i turisti! Capisco tutto il malessere che una situazione del genere comporta in termini di disservizi ma chi se ne occupa di sicuro non sta a grattarsi la pancia, purtroppo i guasti accadono e di sicuro non è il sindaco a provocarli! Faccio un appello ai miei contatti di Facebook, capisco che è legittimo esternare anche con passione quello che pensiamo possa essere migliorato o migliorabile da parte di chi amministra ma ritengo che usare certi modi di buona educazione senza scendere sul personale è il modo migliore per essere ascoltati e confrontarsi; tutti possiamo sbagliare e nessuno pensi di essere lo scienziato o il Messia di turno! Usare certi toni può far scaturire in alcuni soggetti azioni spregevoli come quelle a cui ho assistito oggi!". 

17,00  - Riparato il guasto alla condotta di Via Tunisi, è stata ripristinata da pochi minuti l'erogazione dell'acqua

10,00 - L’acqua dovrebbe tornare stanotte. È quanto assicurano dal comando della polizia municipale.

La rottura è stata riparata nel pomeriggio di ieri, tuttavia ci sono dei tempi tecnici necessari prima di poter aprire nuovamente le valvole, non rispettandoli si rischia una nuova rottura proprio nella parte che è stata riparata.

Considerando, pertanto le ventiquattro ore necessarie, bisogna aggiungere a queste il tempo che impiega il tratto di rete coinvolto nella rottura, a riempirsi e tornare in pressione.

Gli uffici del comando municipale continuano a accogliere le richieste dei cittadini per l’invio di autobotti, i tempi d’attesa variano nel rispetto della lista. I numeri utili sono: 0923723303-993100-993135.

Questo il comunicato del Comune:

A poco più di 24 ore dalla riparazione del guasto idrico, i tecnici dell'Acquedotto comunale si accingono a riavviare l'erogazione dell'acqua a Marsala. L'intervento conseguente alla rottura della condotta idrica principale passante per via Tunisi, infatti, ha comportato un necessario tempo di attesa per consentire la completa adesione e tenuta della nuova tubazione innestata a quella esistente. Pertanto, da mezzogiorno in poi si procederà alla immissione dell'acqua nella condotta, con la stazione di pompaggio di riferimento che dovrà raggiungere la giusta pressione lungo la rete idrica (precedentemente disattivata), evitando altresì il crearsi di vuoti d'aria. Secondo le previsioni degli stessi tecnici, a partire dalla tarda serata di oggi ed entro la mattinata di domani, l'emergenza idrica nel centro urbano e nelle altre zone interessate rientrerà nella normalità, con l'acqua che tornerà a scorrere dai rubinetti di abitazioni e attività commerciali.

Ma le proteste comunque sono tante: "Vergogna! Vergogna! Vergogna! - scrive l'avvocato Giovanni Gaudino -. Una città che si auto definisce a vocazione turistica senza acqua. Ma la cosa più grave è che il cittadino non riesce ad avere notizie sull'auspicato ripristino della erogazione idrica.
Stamattina ho provato a telefonare all' ufficio acquedotto, ai vigili urbani ed all' URP del comune e non mi ha risposto nessuno. Di contro per un' autobotte privata mi hanno chiesto 80 euro . Ma l'acqua non è di tutti? Ma quando avremo degli amministratori che si interfacciano con i cittadini piuttosto che scaricare su di loro le responsabilità di una gestione inetta della cosa pubblica?".


Ti potrebbe interessare anche: