Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi
11/08/2017 20:20:00

E’ il professor Thomas Schäfer il vincitore del 2017 di “Progetto da Pantelleria"

 E’ il professor Thomas Schäfer il vincitore dell’undicesima edizione del Premio “Progetto da Pantelleria”. Lo ha deciso la giuria presieduta da Italo Cucci.

La premiazione è avvenuta al Castello Medioevale di Pantelleria. Schäfer da 18 anni scava nella collina di San Marco, con gli allievi e gli specialisti dell’università tedesca di Tubinga, per fare riemergere un’acropoli che fu prima abitata dai Cartaginesi e poi dai Romani.

In questi anni tanti sono stati i ritrovamenti a cominciare dalle tre teste imperiali di Giulio Cesare, Antonia Minore e Tito, che, accompagnate dalle fotografie di Fabrizio Ferri hanno fatto il giro del mondo e ora sono esposte al castello medioevale di Pantelleria.

Si tratta di "ritratti imperiali" che raffigurano Giulio Cesare, l'imperatore Tito e Agrippina (o Antonia minore). La testa di Cesare è eseguita in marmo pario, la testa femminile è ornata da un diadema e da un'acconciatura a onde e boccoli, mentre quella di Tito, realizzata in marmo greco a grana grossa, raffigura un imperatore ancora giovane.


Ti potrebbe interessare anche: