Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi
12/10/2017 06:00:00

Regionali 2017, Lo Sciuto querela Cancelleri. Pellegrino presenta la sua candidatura

 Quando si guarda, troppo, in casa d'altri accade che si finisce vittime della troppa curiosità.
Il candidato presidente del movimento Cinque Stelle, Giancarlo Cancelleri, da settimane chiede un confronto pubblico con il candidato di centro destra, Nello Musumeci. Risposta due di picche.
E allora Cancelleri prende di mira le liste a sostegno di Musumeci, le cosiddette liste di impresentabili. Per carità saranno anche “impresentabili”, ma c'è una commissione apposita, che è quella Antimafia, che sbarcherà sabato in Sicilia, la cui presidente è Rosy Bindi, che effettuerà i dovuti controlli sul codice etico.
Cancelleri sta conducendo una campagna elettorale con uno sguardo al programma e uno agli avversari, una critica infinita. In due giorni i suoi bersagli sono stati due candidati deputati, Giovanni Lo Sciuto e Riccardo Savona, entrambi definiti dal grillino amici della mafia.
Sia Lo Sciuto che Savona hanno replicato anticipando una querela, Cancelleri ha fatto marcia indietro, chiede scusa per l'infelice frase. Questa con le altre.

Pochi giorni ancora per il cambio della guardia alla Regione Siciliana, è un conto alla rovescia, una cosa è certa il presidente Rosario Crocetta non farà il bis ma lascia i conti del bilancio regionale in ordine. Nella giornata di ieri, l'Assessore Regionale all'Economia, Alessandro Baccei, ha presentato i documenti economici finanziari della Regione per il 2017, il Bilancio della Regione è stato così fatto salvo. Baccei sottolinea come sia necessario che il lavoro prosegua con Fabrizio Micari presidente, se così non dovesse essere lo strumento potrebbe essere stravolto.

Intanto Nello Musumeci, a Messina, in un incontro organizzato da Popolari e Autonomisti ha invitato Toto Cordaro a far parte della squadra di governo, un riconoscimento a Cordaro che arriva dopo tanti anni di politica attiva sul territorio palermitano. Musumeci dovrà fare i conti anche con gli assessori indicati da Forza Italia. Domani , alle 11, il commissario regionale azzurro, Gianfranco Miccichè, in conferenza stampa confermerà Giuseppe Guaiana come uno degli assessori indicati nel governo Musumeci. Verrebbe da dire: ma Musumeci lo sa?

Ha incontrato i giornalisti, nella giornata di ieri, il candidato marsalese, per la lista di Forza Italia, Stefano Pellegrino, che è stato anche ospite del Volatore, su Rmc 101. 
La sua candidatura nasce dalla voglia di credere che le cose possano cambiare, lo fa dentro la lista del suo partito, dove nel 2012 fu candidato e arrivò secondo, il primo degli eletti è stato Mimmo Fazio.
Non teme il confronto con Lo Sciuto e con Toni Scilla, certo di essere non solo capolista ma di arrivare primo in questa difficile competizione elettorale.
Pellegrino ha un suo programma, in fase di definizione, ma che parte dal rilancio delle infrastrutture, dalla creazione di un Fondo di Solidarietà per Agricoltori, dall'istituzione di un assessorato per le Isole Minori, un assessorato senza portafoglio, con nessun aggravio di spesa sul cittadino siciliano.
L'inaugurazione del suo comitato è prevista per domenica 15 ottobre alle 17,30.

In questo pullulare di candidati deputati a sottrarsi alla competizione, nonostante sia stato cercato da ogni parte politica, è il sindaco di Partanna Nicola Catania:

“Sono stato invitato, incoraggiato, incentivato, da diverse parti e dai vertici di più partiti e di quasi tutti gli schieramenti, nel fare una valutazione sulla opportunità di una mia candidatura al Parlamento Regionale ove portare il mio contributo e la mia lunga esperienza amministrativa, acquisita sul campo, per dar voce al territorio, oltre che per una crescita personale e politica. Sento il dovere di ringraziare tutti loro, per la fiducia e per la stima dimostratami che mi onora e mi gratifica molto. Dico subito che non è stata una scelta facile e che mi ha messo in seria difficoltà, infatti, nonostante delle ottime opportunità si profilassero per rappresentare direttamente le istanze e le esigenze del nostro territorio nel parlamento siciliano, a seguito di una attenta valutazione condivisa, in famiglia, con le persone con cui mi confronto quotidianamente e con cui condivido uno speciale percorso di vita, con la giunta e con i consiglieri comunali, ritengo che, in questo momento storico, le ambizioni personali vengano dopo rispetto alle tante esigenze del governo della città, che, a prescindere dal ruolo ricoperto, grazie alla incisività e alla fattiva operatività, siamo stati in grado di rappresentare a tutti i livelli. Ritengo che non è corretto lasciare in sospeso le cose per cui si è lavorato tanto, con impegno quotidiano e con totale dedizione, che è un dovere portare a compimento il programma elettorale a chiusura di un percorso per il quale a suo tempo si è chiesta la fiducia ai Cittadini. Abbiamo ancora tanto da fare, tanti progetti da realizzare, nuovi traguardi da raggiungere e poco tempo a nostra disposizione. Anche per questo valuteremo, nei prossimi giorni, quale sarà  la migliore soluzione per garantire al nostro comune una adeguata rappresentanza con cui collaborare, nelle istituzioni regionali, al fine di affrontare sinergicamente le esigenze e le legittime istanze provenienti dal territorio. Dunque, continuiamo a Fare, a Lavorare senza tregua per la nostra amata Città”.

Continuano a delinearsi schieramenti sui vari candidati deputati delle liste delle varie coalizioni, sotto questo profilo la trapanese Valentina Colli , presidente provinciale dell'UDI, senza dubbi sosterrà Giacomo Tranchida, candidato in lista con il PD.

Anche a Marsala i giochi sono fatti, i consiglieri comunali hanno scelto. Molti di loro sono con Paolo Ruggirello, il deputato questore uscente ha seminato bene sia negli apparati di sinistra, a cui dovrebbe essere nuovo, sia in quelli in cui ha militato, cioè a destra. Un apparato non indifferente che gli consentirà, a Marsala, di fare una buona affermazione. Le dichiarazioni del capogruppo dell'UDC, Flavio Coppola, anticipate da Tp24.it già settimane fa, non lasciano margini di fraintendimento, il suo candidato per questa corsa elettorale è Baldo Gucciardi.
Nonostante il gruppo consiliare di riferimento, che è quello dell'UDC il cui leader provinciale e regionale è Mimmo Turano, candidato anche nel listino, faccia intendere uno schieramento da tutt'altra parte.
Cosa accadrà? E' certamente un caso politico, lo è perchè bisognerebbe almeno fuoriuscire da un gruppo che si rappresenta e che è volto a sostenere la coalizione di centro destra, con Nello Musumeci presidente. Una promiscuità che non giova ai singoli consiglieri comunali dell'UDC, né al candidato Gucciardi.
Il cittadino non premia gli inciuci, specie se riguardano rappresentanze istituzionali.
Si vedrà al prossimo consiglio comunale se lascerà Coppola il gruppo dell'UDC ovvero se dovrà intervenire a gamba tesa lo stesso Turano.

Questa sera, alle ore 20, il candidato alla presidenza della Regione Claudio Fava incontrerà i simpatizzanti e gli elettorali presso l'Hotel Crystal a Trapani. Interverrà Massimo D'Alema, l' iniziativa sarà introdotta e moderata da Nicolò Clemenza, membro del Coordinamento provinciale di Art.1-Mdp e candidato all'Assemblea Regionale Siciliana con la lista "Cento passi" nel collegio di Trapani. Saranno presenti infine gli altri candidati della lista.

 


Ti potrebbe interessare anche: