Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi
14/11/2017 16:24:00

Petrosino, sospesa la votazione per l'isola ecologica. Qualcuno ha voluto fare il furbo

 Era prevista oggi l'ultima giornata utile per i cittadini di Petrosino per votare sul portale Cittadinanza Attiva, il luogo dove posizionare la nuova Isola Ecologia prevista dal nuovo piano di raccolta rifiuti. A poche ore dal termine delle votazioni, però, tutta la procedura è stata sospesa. Qualcuno ha cercato di fare il furbo e ha votato per tanti altri cittadini che non ne sapevano nulla. Chi ha cercato di barare  non ha fatto i conti, però, con un sistema informatico che permette di accorgersi in breve tempo delle votazioni anomale e così si è potuto sospendere il tutto. A comunicare la brutta vicenda, il sindaco di Petrosino, Gaspare Giacalone sul suo profilo facebook. Qui le parole del sindaco:

"Siamo stati costretti ad annullare il sondaggio online del nostro portale di Cittadinanza Attiva con cui chiedevamo alla cittadinanza dove trasferire la nuova isola ecologica. Qualcuno ha provato a fare il “furbo” e a votare per ben 45 volte per nome e per conto di cittadini totalmente ignari. Evidentemente non ha fatto i conti con il nostro sistema informatico che permette, efficacemente e con estrema facilità, di individuare possibili manomissioni del voto. Ma la cosa più grave è il tentativo, miseramente fallito, di privare tutti i cittadini di un canale innovativo e democratico di partecipazione. Se questo era il modo per far valere particolari interessi o prendersi rivincite elettorali, hanno totalmente sbagliato strada. Presenteremo formale denuncia alla polizia postale e i colpevoli dovranno poi rispondere per frode informatica e furto d’identità. Noi non rinunciamo a questo strumento perchè siamo fermamente convinti che sia giusto far partecipare la cittadinanza nelle scelte importanti per Petrosino. Pertanto, Giovedì 16 novembre lanceremo nuovamente lo stesso sondaggio monitorando più attentamente le operazioni di voto che rimarranno comunque segrete. Nessun passo indietro, vogliamo continuare a dare voce ai cittadini. Ostinatamente!

 


Ti potrebbe interessare anche: