Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi
06/12/2017 18:00:00

Trapani, Salone scrive a Messineo per l'attivazione immediata della mensa scolastica

La mensa scolastica a Trapani non funziona e Francesco Salone, ex consigliere del comune, a seguito dell’infruttuoso incontro avvenuto in data 14 Novembre scorso, tra il commissario Francesco Messineo e la presidente del Comitato dei genitori, insieme ad alcuni rappresentati di classe e la Dirigente scolastica Teresa Guazzelli, scrive al commissario affinché sia immediatamente attivato il servizio mensa presso gli istituti designati.

Occupatosi della questione già nei precedenti anni, durante i quali la carica di amministratore gli permetteva un margine di manovra più ampio, Salone richiama l’attenzione del commissario su due specifici profili: “il disagio arrecato ai genitori, in massima parte genitori-lavoratori, che sul servizio hanno fatto seriamente affidamento. E ancora prima, la salute dei bambini costretti, invece, a continui pasti freddi e in qualche misura accomodati.” Evidenziando, ancora, che “se da un lato emerge l’enorme sforzo e spirito di adattamento di intere famiglie, dall’altro mi preme sottolineare come una simile disorganizzazione possa, talvolta, anche esser causa di eventuali problemi nutrizionali” per i piccoli alunni.

Francesco Salone è perentorio nel sollecitare un intervento, seppur tardivo rispetto all’inizio dell’anno scolastico, che sia “diretto a preservare e tutelare la salute di là da ogni possibile bega burocratica". «Che almeno si dimostri tempestività rispetto al richiamo dei genitori per l'avvio del servizio» conclude Salone 


Ti potrebbe interessare anche: