Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi
15/06/2017 23:00:00

Atletica. Pol. Marsala Doc divisa tra la Super Maratona dell'Etna e Mazara. Il resoconto

 Quando si dice “scalare una montagna”… E’ quello che hanno fatto 7 atleti della Marsala DOC che hanno partecipato sabato 10 Giugno, alla XI° edizione della Super Maratona dell' ETNA denominata, in gergo podistico, “la 0 -3000” , avendo la sua partenza sul livello del mare a Marina di Cottone per arrivare ai 3000 metri di altezza del centro di vulcanologia con un cancello intermedio di passaggio entro le 5 ore (pena il ritiro obbligatorio) ai 1800 mt. di Piano Provenzano. La gara con il maggiore dislivello al mondo, tra sentieri impervi ed a poca distanza della bocca eruttiva principale del vulcano più alto d'Europa. Con le scarpe che negli ultimi 10 chilometri affondano nella sabbia vulcanica, rendendo ancora più difficile la scalata.

Questi i partecipanti, Paladino Pietro che ha fornito un’altra grande prestazione, classificandosi al 35° posto assoluto con il tempo di 5 ore e 04 minuti. Ottima anche la prestazione di Cusumano Antonino, 100° assoluto con 5 ore e 47; poi nell'ordine Ardagna Damiano in 6 ore e 36 minuti; Sciacca Pietro in 7 ore e 2 minuti; il Presidente, Struppa Filippo, che alla soglia dei 62 anni si è voluto cimentare,coinvolto anche dai suoi ragazzi, in questa impervia avventura riuscendo a portarla a termine con il tempo di 7 ore e 9 minuti; D'Accurso Vincenzo 7 ore e 17 minuti e Valenza Pino in 7 ore e 37 minuti. E' stata una gara durissima, e per questo un’autentica impresa portarla a termine anche per i più rodati, perchè stavolta, a rendere ancor più ardua la scalata è stato il caldo torrido che ha accompagnato gli atleti per tutta la durata della gara;

Degli oltre 500 atleti alla partenza, solo in 411 sono riusciti a finirla solo per dare un'idea delle difficoltà incontrate. “Anche tenuto conto di queste condizioni avverse siamo felici per essere riusciti tutti quanti a portare a termine questa fatica frutto di tanti e specifici allenamenti”. Così commenta il Presidente Filippo Struppa a nome di tutti.

Domenica 11 invece, gli stessi reduci, per scaricare le tossine, assieme a tantissimi altri tesserati della Polisportiva Marsala Doc per l'esattezza ben 41, hanno invaso letteralmente la città di Mazara partecipando all’ultima prova del Grand Prix Provinciale Fidal di corsa su strada. Otto chilometri da correre tutti d’un fiato nel centro storico della città del satiro danzante.

Il più veloce tra i marsalesi è stato ancora una volta Pietro Paladino seguito, a brevissima distanza, da un giovane neo iscritto di belle prospettive Amato Francesco e poi a seguire Ignazio Cammarata, Antonio Pizzo, Silvio Giardina, Peppe Mezzapelle, Nino Genna e e via via tutti gli altri. Tante ragazze sono andate a premio tra cui Cudia Marianna, Ornella Ferrante, Paola Imparato e tra i maschietti Pietro Paladino, Amato Francesco, Torre Peppe, Greco Andrea.


Ti potrebbe interessare anche: