Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi
22/10/2017 01:51:00

Automobilismo in Sicilia, oggi il 9° Autoslalom delle Fonti Scillato

 Un clima decisamente primaverile ha salutato le rituali operazioni di verifica tecnica e sportiva riservate agli 84 concorrenti ed alle rispettive vetture da corsa interpreti annunciati alla vigilia del 9° Autoslalom delle Fonti Scillato. Punzonature superate da 74 piloti, ospiti per le operazioni preliminari nella Casa Comunale di Scillato ed in via Piersanti Mattarella, “cuore” pulsante del piccolo comune madonita (appena 600
residenti), conosciuto per le sue pregiate albicocche ed arance della varietà “Biondo”, per la sua acqua sorgiva di eccelsa qualità e per i suoi mulini.

La competizione automobilistica di velocità ed abilità tra i birilli, organizzata e promossa sul territorio da parte dell’Automobile Club Palermo, in stretta sinergia con il Team Palikè Palermo, con la Targa Racing Club Cerda ed il patrocinio del Comune di Scillato, è valevole quale sedicesimo e penultimo appuntamento con il Campionato automobilistico siciliano AciSport 2017 e quale nona ed ultima tappa per lo Challenge Palikè 2017, la serie già creata oltre un ventennio addietro dal Team Palikè. Hanno confermato il loro appoggio all’evento anche i “main sponsor”, Sais Trasporti, Giaconia Supermercati ed Amap acque Palermo.

Il 9° Autoslalom delle Fonti Scillato è destinato ad entrare nella sua fase più “calda” ed emotiva nella giornata di domani, domenica 22 ottobre, quando il direttore di gara, il calabrese di Castrovillari Massimo Minasi, alle 9.00 in punto, darà il via alla prima tra le tre manche cronometrate in programma sui selettivi 2,990 km del tracciato articolato lungo la strada statale 643 e la successiva intersecazione con la strada provinciale 9 bis, fino ad issarsi alle “storiche” sorgenti di Scillato. Lo start è ubicato proprio alle porte del paese, nel viale Colonnello Giuseppe Lima (poco oltre la Caserma dei Carabinieri. Un percorso particolarmente apprezzato dai piloti, misto-veloce, molto tecnico e scorrevole, intervallato da 14 postazioni di rallentamento con altrettante file incrociate di birilli, in altrettanti punti cruciali.

Un lavoro davvero meticoloso e certosino, da parte del Comitato organizzatore, ha caratterizzato fin nei minimi dettagli la preparazione logistica e sportiva della gara, che vedrà, tra i suoi molteplici motivi di interesse, anche la sfida per la conquista del Campionato siciliano assoluto da parte del trapanese Giuseppe Castiglione (già per due volte in trionfo nel Regionale, nel 2015 e nel 2016) e del messinese Under 23 Emanuele Schillace, entrambi su Radical. Il trapanese, portacolori della scuderia Armanno Corse Palermo, ha scelto di schierarsi nelle ultime
ore a Scillato con la Radical Prosport protagonista già lo scorso anno, in luogo del modello SR4 utilizzato nella stagione in corso.

“Possiamo contare su un vantaggio di 33 punti in classifica generale – ammette Giuseppe Castiglione – abbiamo scelto di onorare comunque questo appuntamento. Cercheremo di rintuzzare gli attacchi portati da Schillace e di confermarci campioni siciliani”. A Castiglione ribatte il più giovane rivale messinese, per la prima volta su questo percorso: “A Scillato contiamo sulle nostre capacità – dichiara Emanuele Schillace – nello Slalom Principe di Belmonte siamo stati molto vicini a Castiglione, nei tempi, speriamo di stargli davanti qui sulle Madonie, anche se sarà durissima. La mia Radical è la stessa, non ha avuto aggiornamenti significativi in questi giorni, la testeremo sul campo. Davvero bellissimo il percorso, molto veloce, non lascia un attimo di respiro”.

A fare da cosiddetto terzo incomodo tra Castiglione e Schillace, alfiere della scuderia Tm Racing, sarà comunque Antonio Virgilio, altro esperto pilota “figlio d’arte” di Buseto Palizzolo. Anche lui tra gli alfieri della Tm Racing, il veloce pilota trapanese avrà a disposizione la consueta Radical SR4 Suzuki 1.4 condivisa solitamente quest’anno con il fratello Giuseppe. Tra i molteplici motivi di interesse, la presenza, al via nel 9° Autoslalom delle Fonti Scillato di due neo campioni italiani, anche loro, manco a dirlo, del Trapanese. Si tratta dell’ericino Michele Poma, cinto dell’alloro tricolore tra gli Under 23, con la monoposto Ghipard Suzuki della scuderia Armanno Corse e del mazarese Girolamo
Ingardia, laureatosi da pochi giorni nuovo campione italiano Slalom nella classe P2 del gruppo Prototipi, con la funambolica Fiat Cinquecento motorizzata Suzuki.
Al culmine della competizione automobilistica si procederà alla cerimonia di premiazione riservata ai vincitori, sempre con il coordinamento congiunto dell’Automobile Club Palermo, del Team Palikè, della Targa Racing Club Cerda e del Comune di Scillato. La consegna dei trofei e dei riconoscimenti si attuerà domenica 22 ottobre alle 15.30, al termine della gara (e comunque ad apertura del parco chiuso) nella centrale piazza Aldo Moro, ‘cuore’ pulsante di Scillato. 


Ti potrebbe interessare anche: