I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Cookie Policy   -   OK
14/04/2017 09:10:00

Trapani, la rivincita di Fazio. Pd, le liste del congresso

E’ stata breve a Trapani  l’ esperienza a Palazzo Cavaretta di Aurora Ranno, solo qualche settimana al posto di Mimmo Fazio, a seguito di decadenza dal consiglio comunale, decadenza votata dagli altri consiglieri per il contenzioso aperto tra Mimmo Fazio e Vito Dolce, per alcune vicende inerenti la precedente  sindacatura di Fazio.

 Ranno, arrivata in consiglio comunale ha immediatamente preso le distanze da Fazio, ma appena ieri il Tribunale civile ha decretato la non incompatibilità di Fazio alla carica di consigliere comunale e per questo tornerà a sedere in aula. Il Giudice ha rilevato la inammissibilità dell’atto che ha decretato la decadenza di Fazio e ha condannato il Comune di Trapani al pagamento di 1100 euro per le spese che Fazio ha affrontato per il ricorso.

Si chiude così una pagina, non troppo chiara, di una politica trapanese che avrebbe voluto con l’estromissione di Fazio indebolirne la candidatura a sindaco della città per le amministrative dell’11 giugno.

Il quadro si delinea ancora meglio, Fazio ha dichiarato di avere 4 liste in appoggio e la quinta in fase di allestimento, Tonino d’Alì, senatore di Forza Italia e candidato alla guida della città ne ha pronte 3, Pietro Savona del PD ha 4 liste a suo sostegno, una delle quali porta il marchio del parlamentare regionale PD Paolo Ruggirello, e oltre ad esserci dei consiglieri uscenti pare ci sia il presidente del consiglio trapanese, Giuseppe Bianco.

Gli umori dei socialisti in provincia di Trapani non sono proprio sorridenti, in molti non hanno gradito lo spostamento dell’asse politico verso il centro destra e verso d’Alì, alcuni di loro pare non abbiano dubbi sul fatto che Oddo stia spianando la strada per le regionali, in considerazione del fatto che Sicilia Futura non ha sposato nessun progetto politico di Oddo né a Trapani né ad Erice dove appoggiano il candidato sindaco Maurizio Sinatra, Oddo pertanto potrebbe finire in lista in Forza Italia e provare così di tornare nuovamente all’ARS.

Dura lotta a Trapani, il Movimento Cinque Stelle, che prova la scalata a Palazzo d’Alì con il candidato Marcello Maltese, è in fermento e nei giorni scorsi ha incontrato gli abitanti di Fulgatore congiuntamente agli imprenditori della zona. Durante l’incontro sono emerse criticità nella borgata dimenticata. L' architetto Maltese durante il confronto con i cittadini ha ribadito "la necessità di una visione strategica della città: questa realtà così legata al paesaggio agricolo, al pari di tante altre (Marausa, Rilievo, Locogrande, Xitta, Salinagrande) ha vissuto un'espansione urbanistica non accompagnata dalle corrette politiche di valorizzazione del territorio. Pertanto occorre ripartire da una rilettura del territorio, puntando soprattutto sulle politiche sociali e di aggregazione, e sulla cultura locale come leva per lo sviluppo economico e turistico. Il territorio, ancora integro nella sua valenza paesaggistica, ambientale e produttiva, sia visto come bene comune, non come spazio vuoto da colmare".

E’ decaduto dalla carica di sindaco della città di Calatafimi-Segesta, Vito Sciortino, a seguito della notifica del decreto di decadenza emesso dal Presidente della Regione Rosario Crocetta per mancata approvazione del bilancio entro i termini previsti dalla legge. Sciortino divenne sindaco della città nel 2014 e da due anni aveva rimesso mani, presentandole, alla stagione teatrale estiva al Teatro Antico di Segesta, era stato già allestito il cartellone e le date di questa terza stagione estiva del - Calatafimi Segesta Festival, Dionisiache 2017 .
Immediato il passaggio di consegne tra il sindaco Sciortino e il commissario Giovanni Impastato, chiude così la sua amministrazione: “Obbedisco” e nulla più, queste le parole di Sciortino.

E’ ufficiale,  a Castelvetrano si candida Luciano Perricone che inaugura la sua campagna elettorale il 24 aprile alle 20 presso i locali di Baglio Trinità.
Perricone incassa il sostegno di vari partiti: Alleanza Etica, Alternativa Popolare, Castelvetrano Futura, Forza Italia, Liberi e Indipendenti, Sicilia Futura, Udc-Area Popolare.

Nella data del 24 aprile Perricone presenterà il suo programma elettorale ai cittadini, un programma che è in evoluzione.


Perricone si unisce ai già noti candidati Erina Bivona e Gianni Pompeo, quest’ultimo passa alla fase dell’ascolto in questo momento della campagna elettorale, “già da ora i candidati consiglieri e le forze politiche, fatte nel concreto da persone con un nome ed un cognome, stanno lavorando per incontrare la gente di Castelvetrano – dice Gianni Pompeo -.  Dalla gente vogliamo prendere in prestito” idee, progetti, istanze, esigenze. Vogliamo confrontarci per costruire un programma condiviso. No, non diremo di sì ad ogni proposta. Vogliamo riattivare però nelle viscere della società castelvetranese la discussione, il confronto, anche sostenuto, al fine di aprirci tutti la mente e riuscire a recepire, quindi, i bisogni concreti e reali. Questa è la politica che mi piace fare: poca virtualità e molti incontri viso a viso”.

Gli incontri a cui fa riferimento Pompeo saranno 10 si partirà con “WELFARE E POLITICHE SOCIALI” – giovedì 20 aprile alle ore 18.00 presso il Comitato Elettorale di Piazza Matteotti.

Anche per Gianni Pompeo partecipazione attiva dei cittadini.

 Il momento politico non può certamente prescindere da quelle che sono le primarie per eccellenza, le tanto attese prove democratiche del PD nazionale.

Tutta la provincia di Trapani ha dato ampia prova di essere pro Matteo Renzi, la città dove il toscano dem ha preso più voti è la città di Marsala, la cui segreteria è guidata dalla deputata regionale Antonella Milazzo.

Queste le liste per le primarie nel collegio di Trapani. 

Renzi:
Capolista Marco Campagna, segr. provinciale,  Giulia Calvaruso, segr. Comunale Alcamo, Mino Spezia, sindaco Valderice, Maria Grazia Passalaqua, Biondo Antonino.

Orlando:
Capolista Francesca Marano, consigliere comunale a Valderice, Calcedonio Iemmola, delegato provinciale nella commissione per la mozione Orlando, Giuseppina Pizzo, Fabrizio Alloro e Valeria Pipitone.

Emiliano:
Capolista Giuseppe Dioguardi, seguito da Valentina Colli, Vincenzo Abbruscato consigliere comunale trapani, Caterina Cernigliaro, Danilo Orlando.

Stando ai risultati dei vari circoli PD in tutta Italia la vittoria di Renzi dovrebbe risultare scontata, sarà lui a guidare i dem alla prossima competizione elettorale nazionale.


Ti potrebbe interessare anche:

comments powered by Disqus
Segui:
su Facebook!