Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi
09/08/2017 06:00:00

Trapani, passaggio di consegne tra Cartosio e Morvillo: "Da noi niente protagonismi"

15,00 - La Procura di Trapani è un "ufficio impenetrabile" nei confronti dei giornalisti. E lo abbiamo dimostrato con il sequestro della nave dell'ong. La Procura ha dimostrato di essere blindata senza ricorrere protagonismi" su una "questione così delicata". Lo ha detto l'ormai ex Procuratore facenti funzioni di Trapani Ambrogio Cartosio che oggi ha lasciato l'ufficio per insediarsi, domani, alla Procura di Termini Imerese. Cartosio non ha voluto né confermare né smentire la notizia sull'iscrizione nel registro degli indagati di padre Mussi Zerai, che sarebbe indagato per favoreggiamento per l'immigrazione clandestina. Il nuovo Procuratore di Trapani, che si è insediato oggi, è Alfredo Morvillo.

Anche Morvillo ha speso qualche parola sull’inchiesta dei rapporti tra Ong e trafficanti. “Il nostro perimetro – ha affermato Morvillo – è segnato dall’ipotesi di reato. Se c’è, si deve indagare. Ipotizzare scenari improbabili con certe esternazioni fornite alla stampa non fa bene a nessuno”.

07,00 -  Cambio della guardia oggi alla Procura di Trapani. Se ne va il "reggente" Ambrogio Cartosio, che coordinava la Procura dopo l'addio di Marcello Viola. Ed arriva Alfredo Morvillo, nuovo Procuratore di Trapani. Tra i dossier più pesanti, l'inchiesta sui rapporti mafia - massoneria, che ha fatto discutere tanto, ma sulla quale ancora non c'è stato nessun atto concreto da parte della Procura, e poi la nuova inchiesta sui rapporti tra Ong e scafisti, inchiesta recentissima che ha avuto grande clamore mediatico, ma che al momento, dopo il sequestro della nave Juventa, non vede alcun indagato.

L'insediamento di Morvillo è previsto per le 11. Prenderà possesso del suo ufficio dopo una breve cerimonia con il presidente del Tribunale Andrea Genna. Morvillo viene a Trapani dopo ben otto anni alla guida della Procura di Termini Imerese, ha 67 anni e probabilmente quello di Trapani sarà l'ultimo incarico prima della pensione. Con Cartosio c'è uno scambio di posto, perchè sarà lui a prendere il posto di Morvillo alla guida della Procura di Termini Imerese, dopo essere stato in servizio per sei anni a Trapani.

Alfredo Morvillo è fratello di Francesca Morvillo, la moglie di Giovanni Falcone morta con lui nella strage di Capaci. "Falcone è stato molto amato, soprattutto dopo la sua morte. Purtroppo prima non possiamo dire che sia stato così. C'erano tante persone che non lo amavano, e a queste vorrei chiedere il perché. Non riesco a darmi una spiegazione" ha detto nel corso delle ultime celebrazioni. 

Alfredo Morvillo è entrato in magistratura nel 1978, è stato pretore a Corleone fino al 1981, poi gli incarichi all'interno del Tribunale di Palermo dove è rimasto fino al 1996, dapprima come gip e poi presidente di sezione. Nel 1991 è diventato sostituto procuratore della Procura distrettuale antimafia di Palermo, in questo periodo è stato pm nel processo contro l'ex numero due del Sisde Bruno Contrada. Nel 2000 è diventato procuratore aggiunto. Nel 2009 è diventato capo della Procura di Termini Imerese.

Ambrogio Cartosio, si insedierà presso la Procura termitana giovedì 10 agosto alle ore 10. Il sostituto Giovanni Antogi presiederà la cerimonia di presa di possesso dell’Ufficio, che si svolgerà presso l’aula “A” del Tribunale di Termini Imerese.


Ti potrebbe interessare anche: