03/06/2016 12:00:00

Mazara del Vallo, tanta partecipazione alla 1^ Festa dell'Amicizia

Si è svolta ieri mattina presso la pineta del quartiere Mazara Due la prima edizione della Festa dell’Amicizia. Manifestazione organizzata dall’Osservatorio di Area “Mazara-Salemi-Vita-Gibellina” “sul fenomeno della dispersione scolastica e la promozione del successo formativo” in collaborazione con l’Assessorato alle Politiche Sociali e Pubblica Istruzione del Comune di Mazara del Vallo e coinvolge le famiglie del quartiere Mazara Due, le Istituzioni Scolastiche, la Parrocchia di Sant’Antonio di Padova ed i Club Service.
“Abbiamo pienamente abbracciato l’idea progettuale dell’Osservatorio sulla dispersione Scolastica – ha detto l’Assessore alla Pubblica Istruzione, Adele Spagnolo – in quanto come Amministrazione riteniamo che tutti gli eventi, ed in particolare quelli che hanno al centro il mondo scolastico, meritino la nostra massima attenzione. Un progetto che unitamente al Sindaco Cristaldi, e all’Assessore Monteleone, abbiamo deciso di sposare e condividere”.
Alla presenza anche del parroco di Sant’Antonio di Padova, don Giuseppe Titone, del comandante della Stazione dei Carabinieri di Mazara 2, maresciallo Gaspare Paladino, del Presidente del Consiglio Comunale, Vito Gancitano e degli Assessori Spagnolo e Monteleone, dei Club Service e delle Associazioni di Volontariato, gli alunni delle scuole: Circolo Didattico “ D.Ajello”, Direzione Didattica “Baldo Bonsignore” Direzione Didattica “G.B.Quinci”, Istituto Comprensivo” L. Pirandello”, Istituto Comprensivo “Paolo Borsellino”, Istituto Comprensivo “Castiglione-Boscarino”, Istituto Secondario di 1° grado “G.Grassa”, I.S.S. “R.D’Altavilla”, I.S.S. “F.Ferrara”, Liceo Classico-Scientifico “Adria-Ballatore”, Liceo Artistico Regionale hanno partecipato con disegni, murales, abbellimenti di terreni con fiori e piante, recite, canti, danze, e degustazioni. condividendo insieme agli abitanti del quartiere delle pietanze offerte dagli alunni, dalle associazioni e dei Club Service che hanno con entusiasmo partecipato alla manifestazione.
“Una festa di fine anno – ha aggiunto il coordinatore dell’Osservatorio d’area sul fenomeno della dispersione scolastica Angela Cristaldi – con la quale abbiamo voluto proporre una traiettoria di cambiamento, ragionando sui processi di trasformazione che possono instaurare processi interni di miglioramento. La ‘Festa dell’Amicizia’ – ha continuato la coordinatrice - vuole costruire una importante occasione per favorire l’incontro tra la scuola e il sociale per promuovere percorsi volti a formare i cittadini di domani. Abbiamo puntato ad organizzare un tale evento proprio nel quartiere di Mazara 2 per mettere i quartieri ritenuti marginali al centro dell'attenzione. Siamo già pronti, dopo la 1^ Festa dell’Amicizia, a ripetere l’anno prossimo sempre qua la 2^ Festa dell’Amicizia”.