Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi
09/06/2018 06:00:00

"Aeroporto di Trapani, la firma tra i Comuni e Airgest. Mi sento indignato"

  MI SENTO PERSONALMENTE INDIGNATO perchè è stata messa in atto,a mio avviso, la più terribile scorrettezza politica possibile: a poche ore dal voto amministrativo a Trapani ed in altri 7 Comuni:Castellammare del Golfo, San Vito lo Capo, Favignana,Custonaci, Buseto Palizzolo, Paceco e Valderice è stata infatti firmata la convenzione/progetto richiamata.

È legittimo chiedersi:

1. Cosa ha giustificato la firma di questa Convenzione alla vigilia delle elezioni amministrative da parte di sindaci ricandidati, tra questi anche il Presidente del Distretto Turistico che, a suo tempo, aveva assunto l'impegno di proporre una revisione della Convenzione nell'interesse dei Comuni che per diversi motivi (anche nel maggio del 2017 eravamo nella fase pre-elettorale) non avevano, asuo tempo, aderito?

2. Proprio dinanzi alla stagione compromessa, non sarebbe stato corretto,Istituzionalmente e Politicamente, attendere l’insediamento delle nuove giunte e dei nuovi consigli comunali per lasciare loro le scelte politiche più opportune?

3. Quale è il senso degli inviti rivolti dal Presidente di Airgest, Angius, ai candidati a Sindaco del Comune di Trapani per creare le condizioni di ampia collaborazione individuando nel futuro sindaco della città l’interlocutore privilegiato con cui coordinare la crescita dell’aeroporto mentre, contemporaneamente, si adopera per firmare la suddetta Convenzione che riconosce il ruolo “privilegiato” al sindaco di Marsala?

4. È accettabile che nessuna indignazione si sollevi verso chi sta operando per l’esclusione dei Comuni di Trapani, Erice, San Vito Lo Capo ed atri comuni dal ruolo di attori dello sviluppo aeroportuale, pur in presenza delle mutate condizioni rispetto al maggio del 2017 mentre molta indignazione fu riversata sulle legittime riserve sollevate dal Commissario di Trapani sul modo di operare di Airgest? cosa è cambiato rispetto al D.A. dell’ottobre 2017, in cui erano presenti sia il Comune di Trapani che quello di San Vito lo Capo?

5. Che dire dei responsabili dei ritardi accumulati finora: parziale e tardiva (10 mesi!!!) applicazione della LR. 24/2016?

6. Posso chiedere se è indignato il candidato sindaco a Trapani che propone la “sinergia operativa”, oltre gli steccati ideologici ed oltre asfittici confini comunali, di tutti e 24 i sindaci dei Comuni Trapanesi, per la mancanza di “garbo Istituzionale” perpetrato oggi con la Convenzione di cui sopra?

7. Posso chiedere quale coerenza mostrano i sindaci firmatari della Convenzione appartenenti ad un Movimento Politico che è pure protagonista delle denunce contro il CooMarketing (dannoso e fuori della regole europee in quanto consentirebbe ad un Ente prevalentemente pubblico, di mettersi in concorrenza con un altro aeroporto, il tutto sempre grazie ai fondi pubblici)?

8. Perché i candidati a Sindaco di Trapani che dicono di vantare il sostegno della Giunta Musumeci attraverso assessori della sua giunta, non hanno bloccato e non cercano di bloccare il proseguo dell’accordo di Convenzione?

9. Sono personalmente convinto che il compito delle amministrazioni pubbliche, ognuna per le proprie competenze, è quello di garantire servizi efficienti ed efficaci per per il benessere dei cittadini amministrati, compresi i turisti ed gli operatori economici. Il compito di creare opportunità commerciali dovrebbe essere assicurato dagli operatori commerciali tutti, attraverso le associazioni di categoria e la Camera di Commercio che in altre realtà del paese coordina, proprio azioni di coomarketing.

Tuttavia, se, nonostante le ampie spiegazioni fornite sulla distorsione dei principi della concorrenza esercitata tra enti pubblici sempre con soldi pubblici (es. se l'Aeroporto di Palermo offre più benefici ad un vettore aereo - con risorse pubbliche - per "spostare" i voli fino a quel momento assicurati all'aeroporto di Trapani Birgi)va attuata l'istutuzione di unica istituzione aeroportuale regionale che, così come fatto in Puglia, assicuri a tutti gli scali "pari opportunità" ed assuma una reale forma di "trattativa alla pari" con i vari vettori.
Chiaramente oltre le considerazioni e le domande mi resta il dubbio elettorale.

SPERO CHE LE MIE CONSIDERAZIONI E LE MIE DOMANDE TROVINO RISCONTRO NEI CANDIDATI A SINDACO E STUZZICHINO ANCHE LA CURIOSITA' DEI GIORNALISTI CHE VORRANNO LEGGERE LE MIE RIFLESSIONI.

Aldo Marchingiglio