Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi
09/06/2019 14:38:00

Scrive Rosario Salone, sulla via Pizzardi "dimenticata" a Trapani

 Buondì. direttore.

Mi chiamo Rosario Salone e Le scrivo da Trapani, ma abito nel territorio di Casa Santa Erice.

Sono in pensione da ormai quasi 20 anni e nel mio tempo libero mi occupo di ricerche storiche e genealogiche. Abito nel territorio di Casa Santa e quindi cittadino Ericino, ma Trapani resta sempre la mia città che amo e che vorrei, come tutti, ben amministrata più pulita ed ordinata.

Ho la buona abitudine di camminare molto a piedi e così facendo incontro spesso amici parenti e osservo anche le condizioni delle nostre strade.

Certo se passo dalla via Garibaldi o Corso Vittorio Emanuele o qualche altra via nel paraggi ne godo della pulizia con cui sono tenute le stesse .

Ma, lontano da queste vie il "panorama" cambia.

Ad esempio, una mattina, passando dalla via Pizzardi che è una traversa della principalissima e e frequentatissima via C. A. Pepoli ho notato quanta immondizia e sacchetti di rifiuti maleodoranti sono lasciati lungo la stessa.

Ho ritenuto di fare alcune foto che Vi allego.

Ma ho fatto anche una considerazione. Nella lapide della via c' è solo riportato un cognome Pizzardi, sicuramente un personaggio illustre ma nella stessa non c'è riportato nè il nome nè in che periodo è vissuto nè tantomeno la motivazione per cui dovrebbe essere ricordato dai noi posteri trapanesi.

In parole povere l'illustre sconosciuto personaggio, al di là dell'intenzione di chi, a suo tempo, ne ha proposto la intitolazione della via di fatto è DIMENTICATO e insieme a Lui anche la via, ma questa è una dimenticanza da ascrivere agli amministratori e/o addetti ai lavori a tutt'altre faccende affaccendati

Perchè scrivo. E' mio forte desiderio che si ricordasse, e il suo quotidiano, lo può fare perchè, da sempre, molto attento ai fatti che attengono alla nostra quotidianità, a tutti noi che in diverse occasioni inneggiamo al rispetto della legalità , che uno dei doveri primari del cittadino e degli amministratori è di mantenere lil decoro delle vie della città ed anche dare il giusto rispetto e ricordo che si deve ai nostri illustri concittadini che ci hanno preceduto e che in diversi modi hanno fatto la storia della nostra città.

Ma questa è un'altra storia anche questa DIMENTICATA.

Grazie dell'ospitalità ed auguri di buon lavoro.

Rosario Salone