10/11/2019 12:00:00

Mazara, i genitori degli alunni dicono no al trasferimento dell'Istituto "Giuseppe Grassa"

 Nessuno tocchi l'Istituto "Giuseppe Grassa". Lo dice e lo ha ribadito nel corso dell'assemblea dei genitori dell'istituto Comprensivo «Giuseppe Grassa» di Mazara che si trova in via Luigi Vaccara.

I genitori degli alunni dicono no al piano di dimensionamento e razionalizzazione provinciale della rete scolastica di ogni ordine e grado per l'anno scolastico 2020/2021. L'assemblea ha sottolineato che l'Amministrazione Comunale di Mazara non si è premurata di consultare preventivamente il comitato di quartiere per acquisire pareri circa il piano di razionalizzazione della rete scolastica.

Soprattutto non ha consultato gli attuali utenti del plesso scolastico di via Luigi Vaccara ritenendo di dover prioritariamente salvaguardare alcuni Istituti di istruzione secondaria superiore di Mazara del Vallo. Il sindaco Salvatore Quinci, vorrebbe trasferire i due licei di Mazara, classico e scientifico, proprio nell'istituto Grassa di via Luigi Vaccara che, a sua volta, dovrebbe trasferire i propri alunni sono più di 300, nell'altra sede di via Gualtiero che però non potrà ospitare oltre 600 alunni. Le conseguenze per l'istituto di via Luigi Vaccara, sarebbero gravissime.

"La chiusura -  si è stato detto nel corso dell'assemblea - si tradurrebbe in una contrazione di organico, soprattutto per quel che riguarda il personale ATA di segreteria con conseguente compromissione dell'efficacia ed efficienza del servizio, e di risorse economiche dedicate all'implementazione dell'offerta formativa e alle spese di funzionamento con conseguente compromissione degli standard qualitativi raggiunti".