30/11/2019 20:15:00

Evento contro la violenza sulle donne al'istituto Capuana-Pardo di Castelvetrano

 In occasione della settimana contro la violenza sulla donna, l’Aula Magna dell’Istituto Capuana-Pardo di Castelvetrano è stata la sede di un importante evento che ha visto alunni, docenti e ospiti uniti nella parola “rispetto”.

 

La manifestazione si è aperta con i saluti da parte della Dirigente, prof.ssa Anna Vania Stallone e dei graditi ospiti, l’assessore Filippo Foscari e la gentile signora Alfano, moglie del Sindaco di Castelvetrano, che è intervenuta nella seconda parte della giornata. Presenti i relatori, la dott.ssa Giusy Agueli, presidente dell’Associazione Palma Vitae fondata per tutelare i soprusi contro ogni violenza di genere, la prof.ssa Gina Risalvato e l’Avv. Erina Vivona, che ha affrontato l’argomento dal punto di vista giuridico e ha evidenziato che, nonostante si registrino numeri altissimi di donne vittime di violenza, la situazione è notevolmente cambiata grazie a leggi che oggi sono in grado di garantire forme di tutela adeguate. Una rete creata a beneficio delle donne permette, oggi, a coloro che subiscono violenze di essere ascoltate in tempi brevissimi e di riscattarsi perché, come ha sottolineato l’avvocato, “una donna che non riesce a riscattarsi dalla violenza è una donna che non riuscirà ad educare figli sereni”.


Sono stati toccati temi importanti come il rispetto, la libertà e la dignità. “Gli uomini devono entrare in gioco. L’uomo che agisce una violenza su una donna rovina anche se stesso”.
Da qui l’educazione al rispetto dell’altro che va coltivata proprio a partire dalla scuola.


Questo ha sottolineato la dott.ssa Agueli che ha messo in rilievo il ruolo dell’istituzione scolastica come agenzia educativa ed ha rivolto un messaggio alle famiglie: “La violenza è un fatto culturale e l’educazione va impartita attraverso l’esempio affinché si possa essere considerati adulti credibili”.
Gli alunni delle classi seconde della scuola secondaria di primo grado e delle classi quarte della scuola primaria sono stati protagonisti indiscussi della giornata, impegnati in performance di alto livello culturale.

Sono state interpretate poesie dedicate alla donna spaziando da Alda Merini a Shakespeare e letti versi di grande intensità come quelli di Madre Teresa di Calcutta recitati con la delicatezza e la pacatezza che i quei testi meritano.


Tutti gli alunni hanno dato prova di maturità nel portare in scena testi di grande spessore, come quello dedicato alla Baronessa di Carini che ha permesso un rimando tra passato e presente, lasciando l’amarezza di una storia che si ripete e la consapevolezza che la storia invece deve cambiare.
Come di consueto, l’Istituto Capuana-Pardo ha dato spazio alle performance in lingua inglese e francese.

In chiusura tutti gli alunni della scuola primaria hanno cantato “Donne” di Zucchero regalando ai presenti un momento in cui si è racchiusa l’essenza dell’incontro.


Tutti i docenti e gli alunni dell’istituto Capuana-Pardo ci hanno abituati a performance di alto livello che mettono in luce i risultati di approfondimenti e percorsi didattici che nascono nelle classi e sono volti alla sensibilizzazione degli alunni nei confronti di importanti tematiche.

L’intera giornata si è svolta all’insegna della bellezza di cui la donna è detentrice.
Le donne rappresentate nei dipinti degli alunni, sapientemente guidati dagli insegnanti di arte, hanno, infatti, impreziosito l’istituto e, rimanendo li anche dopo la fine della manifestazione, sembrano essere, ogni giorno, un monito per tutti.

 



https://www.tp24.it/immagini_banner/1596439363-ct-19.gif
https://www.tp24.it/immagini_banner/1596442250-climatizzatore-ago-2020.gif
https://www.tp24.it/immagini_banner/1596438976-saldi-estivi-50.gif