24/09/2020 06:00:00

Oggi comincia la scuola anche in provincia di Trapani. Primo giorno ai tempi del Covid

 E’ il primo giorno di scuola. Oggi suona la campanella, per la prima volta, nel nuovo anno scolastico in quasi tutte le scuole della provincia di Trapani.

Elementari e medie, soprattutto, inizieranno finalmente le lezioni, dopo quasi 7 mesi di chiusura per l’emergenza Coronavirus.


Mesi in cui la didattica a distanza ha soppiantato quella in presenza, in cui il virus ha costretto a eliminare la socialità che caratterizza la scuola. Mesi in cui si è anche studiato un ritorno in classe in tutta sicurezza. E soprattutto nelle ultime settimane, anzi negli ultimi giorni, c’è stata una corsa contro il tempo per adeguare le scuole alle nuove misure anticovid.


Tra le scuole della provincia di Trapani non inizierà le lezioni oggi l’istituto Capuana di Poggioreale. Infatti nel piccolo comune del Belìce c’è un soggetto positivo al Covid e il sindaco ha ordinato la chiusura del plesso scolastico fino al 5 ottobre. Neanche il tempo di far suonare la campanella.


 

MARSALA
Un grosso rischio che oggi non si ricominciasse lo hanno corso le scuole di Marsala. Ieri in molte scuole del primo ciclo la situazione era da mani nei capelli. I plessi non erano stati ancora sgomberati dagli arredi utilizzati per il Referendum. In un giorno si è riusciti a sgomberare tutto e sanificare i locali. 
Questo intanto il messaggio del sindaco Alberto Di Girolamo.

 

 Ecco invece cosa dichiara l'assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Marsala, Annamaria Angileri: "Oggi torna a suonare la campanella per gli studenti del primo ciclo, dopo una lunga, forzata assenza dai banchi scolastici. Finalmente i corridoi torneranno ad animarsi del vocio dei bambini, le classi a riempirsi di vita, il contenitore a riempirsi di contenuto. In questi mesi che hanno preceduto questa data abbiamo come Amministrazione comunale lavorato con solerzia per ridimensionare le criticità, abbattendo tramezzi, mettendo in sicurezza ambienti e creando nuovi accessi ai locali.  Adesso tutto è pronto, il momento è arrivato e, nonostante le legittime preoccupazioni per la situazione epidemiologica, sono convinta che sia giusto così, i ragazzi hanno bisogno di tornare alla socialità, a rivedere i loro coetanei e i loro docenti nel luogo di formazione per eccellenza, la scuola. Un grazie di cuore a tutti i Dirigenti scolastici e il personale della scuola per essersi adoperati, tra tante difficoltà, perché questo inizio fosse possibile e buon anno scolastico a tutti".

Questo il messaggio del Sindaco di Mazara, Salvatore Quinci.

 

 

TRAPANI
Anche nel capoluogo oggi ripartono le lezioni di quasi tutte le lezioni. Questo il messaggio del sindaco.
“Una ri-partenza che vede tutti gli operatori della scuola e tutti i giovani cittadini avviati verso un percorso di formazione che richiederà una marcia in più ed una necessaria buona dose di responsabilità.


Il virus ci ha condizionato, forse ci ha messo anche paura, ma dobbiamo guardare avanti.
Ripartiamo con la consapevolezza di dover “convivere” con l’intruso, ma avendo imparato a “conoscerlo” con tutte le necessarie e salutare precauzioni e con la rinnovata voglia di sempre, di crescere e fare della scuola il centro formativo della nostra comunità.


Questa ripartenza, seppur minata da precauzioni in più, sarà più agevole e sicura solo se saremo tutti interpreti di un patto di collaborazione civico e sanitario che vede l’istituzione scuola, i genitori e gli alunni, insieme all’ente locale ovviamente, nel monitorare costantemente le migliori condizioni di sicurezza e serenità, fondamentali per la scuola di oggi e di domani.
La mascherina, il distanziamento personale, lavarsi le mani sono l’ A B C della scuola sicura che vogliamo.

CASTELVETRANO
L'I.C. “Capuana-Pardo” di Castelvetrano riaccoglie i suoi studenti.

“Il primo giorno di scuola è sempre emozionante, ma quello di oggi sarà unico. Il nostro Istituto ha lavorato per preparare al meglio gli ambienti che accoglieranno i ragazzi, in modo da garantire la massima sicurezza. Sono stati riorganizzati gli arredi di tutte le aule per rispettare il distanziamento, predisposte aule COVID-19, acquistate mascherine chirurgiche e visiere in policarbonato. E’ stato inoltre effettuato il posizionamento della segnaletica per prevenire il contagio e in ogni aula sono stati disposti apposita segnaletica e dispenser per l’erogazione di soluzione igienizzante della cute. Questo permetterà a tutte le nostre classi di effettuare la didattica in presenza. Le criticità di questo periodo ci hanno messo davanti a nuove sfide rendendoci ancora più uniti nel concorrere ad un comune obiettivo: la crescita formativa ed educativa del singolo alunno. L’assenza ha permesso di apprezzare ancora di più la bellezza e l’importanza delle abitudini che accompagnano le giornate: il suono della campanella, il sorriso di un compagno, lo sguardo di un insegnante. Adesso tutto questo può essere riscoperto e rivissuto! I ringraziamenti vanno alle famiglie per la collaborazione durante questo periodo che ha permesso di rendere sempre vivo il filo educativo e attivare quelle connessioni di cui la scuola si fa veicolo per essere studenti oggi e cittadini domani. Un ringraziamento particolare va alla Dirigente Scolastica, Prof.ssa Anna Vania Stallone, a tutto lo Staff, ai docenti, al personale amministrativo, tecnico e ausiliario e a quanti hanno dato il loro contributo con impegno e passione affinché il primo giorno di scuola potesse diventare realtà. Usciremo più forti da questo periodo di emergenza, avendo come obiettivo la crescita culturale e formativa delle nuove generazioni che guardano al domani, continuando fiduciosamente a credere nei propri sogni. Il nostro augurio di buon anno scolastico vuole essere un invito a non placare mai la sete di conoscenza: ciò che oggi imparate a scuola, domani sarà decisivo per le sfide che ci riserva il futuro”.

CASTELLAMMARE
«Il 24 settembre iniziano le scuole negli istituti comprensivi comunali, G.Pascoli-L.Pirandello e G.Pitrè-A.Manzoni. In quest’anno anomalo ci siamo impegnati ancor di più per garantire la sicurezza di studenti, famiglie, dirigenti, personale docente e non, al quale auguriamo buon lavoro in un anno scolastico certamente complicato, ma nel corso del quale, ne siamo certi, la professionalità e l’impegno di ognuno contribuiranno a garantire sicurezza e tranquillità».


Lo affermano il sindaco Nicolò Rizzo e l’assessore alla Pubblica Istruzione Enza Ligotti che proseguono:
«E’ già attivo anche il servizio di bus scolastico che al momento, a causa delle restrizioni per il Covid-19 che prevedono una capienza massima dell’80% dei posti dei nostri tre mezzi, è disponibile per le zone periferiche. È in arrivo il nuovo bus che abbiamo acquistato ed a breve il servizio sarà disponibile anche per chi ne ha necessità in centro città. Abbiamo fatto lavori di manutenzione nelle scuole cittadine di nostra competenza che hanno riguardato interventi edili, la pulizia del verde e la sanificazione prima e dopo dove si è votato per il referendum. Inoltre abbiamo incaricato una ditta di trasporti per fare spazio in alcuni laboratori scolastici che sono stati trasferiti».
Quindi l'augurio del sindaco Nicolò Rizzo e dell’assessore Enza Ligotti rivolto agli studenti, alle famiglie, ai dirigenti ed al personale scolastico, docente e non.
«Siate molto prudenti e rispettate le regole nell'interesse di tutti. Sappiamo che sarà difficile rimanere distanti ma sappiamo anche che anteporrete a tutto il vostro benessere e quello dei vostri familiari ed amici. Quando finirà questa terribile emergenza sarà possibile rivivere con rinnovata energia rapporti familiari e sociali senza distanze e restrizioni. Fondamentale la collaborazione di studenti, famiglie e personale che ringraziamo già da adesso per l'enorme sforzo che compiranno. Buon rientro a tutti!».


PETROSINO
Si torna in classe anche a Petrosino, dove nei giorni scorsi l’istituto Nosengo è rimasto chiuso per sanificare i locali in seguito alla positività del vice preside. Questo il messaggio dell’assessore all’Istruzione Federica Cappello.

 



LUPO: “UN MEDICO D’ISTITUTO”

“Istituire la figura del Medico d’istituto, che sia presente all’interno delle scuole per intervenire tempestivamente quando necessario dal punto di vista sanitario, per verificare le giuste applicazioni delle misure di sicurezza e per attivare immediatamente ogni disposizione prevista in caso di studenti, docenti o personale scolastico con sintomi o con la necessità di effettuare test Covid19”. È la proposta del capogruppo PD all’Ars Giuseppe Lupo.
“La presenza di un medico all’interno degli istituti, con funzioni non sostitutive dei pediatri di libera scelta – aggiunge – sarebbe di supporto sotto molti punti di vista, anche per le famiglie che verrebbero di certo rassicurate dal sapere che a scuola con i loro figli c’é anche un medico. Ciascuno di loro potrebbe essere assegnato a due o più istituti che ricadano in una stessa area, a seconda delle dimensioni e del numero di alunni, in modo da ottimizzarne l’attività. A questo proposito – conclude Lupo – chiediamo all’assessorato alla Salute di valutare concretamente la possibilità di avviare questo percorso, individuando le risorse e le modalità necessarie al reclutamento dei Medici d’istituto”.

 



https://www.tp24.it/immagini_banner/1603734674-dacia-sandero-ott.gif
https://www.tp24.it/immagini_banner/1602746785-iniziamo-a-sistemare-ott.gif
https://www.tp24.it/immagini_banner/1603467308-solare-termico-sicilia.gif