30/12/2020 06:00:00

Coronavirus, tornano a salire i contagi nel trapanese e in Sicilia. Vaccinati 8mila italiani

 14,30 - Ancora in leggero aumento i positivi in provincia di Trapani. Sono 1267 gli attuali contagiati secondo il bollettino aggiornato ad oggi 30 dicembre 2020.

Nel trapanese sono 4639 le persone guarite dal covid-19, ma oggi si registra anche una curiosità. Sono 132 i decessi, il che non significa che qualcuno è “risorto” visto che ieri il dato totale dei decessi comunicati era di 133, ma nel riaggiornamento del sistema di conteggio, c’era "un morto in più che in realtà non è morto".

Per quanto riguarda la situazione dei ricoveri, 8 sono quelli in terapia intensiva e 98 invece quelli nei reparti covid ordinari. Sono stati effettuati 338 tamponi molecolari (dato parziale) e 183 tamponi per la ricerca dell’antigene.

Ecco come sono distribuiti i positivi nei comuni trapanesi: Alcamo 146; Buseto Palizzolo 3; Calatafimi-Segesta 6; Campobello di Mazara 24; Castellammare del Golfo 15; Castelvetrano 62; Custonaci 8; Erice 54; Favignana 13; Gibellina 12; Marsala 262; Mazara 316; Paceco 20; Pantelleria 3; Partanna 28; Poggioreale 1; Salaparuta 4; Salemi 3, Santa Ninfa 1; Trapani 218; Valderice 50; Vita 0, San Vito Lo Capo 8; Petrosino 10.

 06,00 - Aumentano di nuovo i positivi in provincia di Trapani, sono 1241 gli attuali contagiati (lunedì erano 1137). Balzo in avanti dei contagi a Marsala dove si registrano 279 positivi (lunedì erano 208), mentre Mazara del Vallo, che è attualmente la città con più contagi in provincia, ne registra 300 (lunedì 285).

Ci sono purtroppo sette nuovi decessi che portano il totale dall’inizio dell’epidemia in provincia di Trapani a 133. I ricoverati in terapia intensiva sono otto, mentre quelli nei reparti ordinari (persone del territorio) sono 96. In totale le persone guarite dal covid-19 sono 4594. Per quanto riguarda i tamponi, ieri ono stati effettuati 380 molecolari (dato parziale), mentre sono 159 sono quelli per la ricerca dell’antigene.

Ecco come sono distribuiti i positivi nei comuni trapanesi: Alcamo 138; Buseto Palizzolo 1; Calatafimi-Segesta 6; Campobello di Mazara 20; Castellammare del Golfo 13; Castelvetrano 61; Custonaci 8; Erice 53; Favignana 13; Gibellina 12; Paceco 22; Pantelleria 3; Partanna 27; Poggioreale 1; Salaparuta 4; Salemi 3, Santa Ninfa 0; Trapani 229; Valderice 38; Vita 0, San Vito Lo Capo 8; Petrosino 12.

Il focolaio di Valderice - Sono saliti a 15 i positivi al Coronavirus contagiati nel focolaio della parrocchia di Crocci a Valderice. A don Boniface Nkurunziza, viceparroco di Crocci e Chiesanuova, che non vive a Valderice, e agli altri 8 contagiati, riscontrati dopo aver effettuato il tampone, si sono aggiunti altri 6 positivi dopo l'esito del tampone molecolare. Si è in attesa dell'esito di altri 15 tamponi effettuati a persone che nei giorni scorsi, prima del Natale, avevano frequentato la parrocchia. Altri 6 positivi, inoltre si registrano sempre a Valderice, ma in un'altra frazione. A don Boniface, che si trova in isolamento ed è asintomatico, e a tutte le altre persone contagiate nella parrocchia di Crocci, ha fatto arrivare un messaggio di vicinanza e preghiera il vescovo di Trapani Pietro Maria Fragnelli.

I dati siciliani - In Sicilia aumentano i contagi di persone positive al Coronavirus. Sono 995 quelli registrati nelle ultime 24 ore sull'isola, a fronte di 8.807 tamponi melocolari, il tasso di positività si mantiene pressoché stabile (11,2%  ieri contro l'11,4% di lunedì). Le vittime sono 26. Aumentano i ricoverati nei reparti in regime ordinario +23 rispetto a lunedì, sono 1.093 mentre diminuiscono i pazienti in terapia intensiva in totale 169 (-6). La distribuzione nelle province: Catania con 185 nuovi positivi, Palermo 225, Messina 287, Ragusa 33, Trapani 105, Siracusa 42, Caltanissetta 57, Agrigento 26, Enna 35.

I dati in Italia - Sono 11.212 i nuovi casi di coronavirus in Italia e 659 le vittime. Lo riporta il nuovo bollettino del ministero della Salute. I guariti o dimessi sono stati 17.044. Sono 128.740 i tamponi per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Lunedì erano stati 68.681. Il tasso di positività è del 8,7%, in calo rispetto al 12,5% di lunedì.

L'EMA non riuscirà ad approvare per gennaio il vaccino di AstraZeneca - L’Agenzia europea del farmaco (Ema) molto probabilmente non sarà in grado di approvare a  gennaio il vaccino contro il Covid-19 sviluppato da AstraZeneca con l’Università di Oxford. Lo ha detto il vice direttore esecutivo di Ema, Noel Wathion. "Non ci hanno ancora presentato neppure la domanda", ha detto Wathion in un’intervista al quotidiano belga Het Nieuwsblad. Le autorità europee hanno ricevuto solo alcune informazioni sul vaccino, ha aggiunto.

L'Italia ha comprato 40 milioni di dosi da AstraZeneca- Questo, ovviamente, potrebbe avere ripercussioni sulla campagna vaccinale di tutta Europa ed in particolare dell'Italia che ha acquistato da Astrazeneca le dosi maggiori di vaccino ovvero 40 milioni. Appena due giorni fa, Pascal Soriot, Ceo di AstraZeneca, aveva detto al Sunday Times che i nuovi dati che verranno pubblicati, dopo la battuta d’arresto per il dosaggio utilizzato nella sperimentazione, mostreranno che "il vaccino garantisce una protezione del 95% dei pazienti - al livello dei prodotti di Pfizer e Moderna- ed è efficace al 100%" nella prevenzione delle forme più gravi delle patologie legate al coronavirus che richiederebbero altrimenti l'ospedalizzazione del paziente. Riteniamo di aver trovato la formula vincente per arrivare all'efficacia che, dopo 2 dosi, è al livello di tutti gli altri. Non posso dire di più perché pubblicheremo i dati".

Arcuri: "Già vaccinati 8mila italiani" - Nelle 21 regioni e province autonome dove la struttura del Commissario Straordinario per l'emergenza Covid ha inviato domenica 27 dicembre i vaccini consegnati all'Italia dalla Pfizer sono stati già vaccinati 8.361 italiani, pari all'86% delle 9.750 dosi distribuite. Lo comunica lo staff del Commissario per l'Emergenza Covid, Domenico Arcuri.

"La campagna di vaccinazione di massa si intensificherà a partire da mercoledì, quando arriveranno in Italia 469.950 dosi di vaccino Pfizer destinati ai siti di somministrazione individuati dal Commissario in accordo con le Regioni. Le consegne proseguiranno anche nelle giornata del 31 dicembre per poi proseguire con un ritmo settimanale. Nei prossimi giorni il commissario pubblicherà on line un report sul numero degli italiani che progressivamente saranno vaccinati". Lo comunica lo staff del Commissario Straordinario Domenico Arcuri.

"Le 469.950 dosi di vaccino arriveranno sul territorio italiano nella tarda serata di oggi. L'azienda procederà poi direttamente alla consegna, a partire da domani mattina, nei siti di somministrazione individuati dal Commissario in accordo con le Regioni". Lo comunica la struttura del Commissario per l'Emergenza Covid, Domenico Arcuri, specificando che "Pfizer ha appena comunicato agli Uffici del Commissario un diverso calendario per la consegna dei vaccini in Italia, previsti per questa settimana dal contratto sottoscritto con l'Unione Europea". Le consegne proseguiranno anche nelle giornata del 31 dicembre.

 

Made with Flourish

 



https://www.tp24.it/immagini_banner/1614066483-renault-clio-hybrid.gif
https://www.tp24.it/immagini_banner/1613560266-mr05.gif
https://www.tp24.it/immagini_banner/1613497738-febbraio-2021.jpg