02/03/2021 06:00:00

Coronavirus, trend dei contagi su in Sicilia. Nel Paese cresce l'incidenza sugli under 20

Scendono a 552 gli attuali positivi in provincia di Trapani. Non si registrano nuovi decessi, che rimangono 242 dall’inizio dell’epidemia. Sono 9957 i guariti totali dalla malattia. Aumenta, invece, anche se leggermente la curva epidemica in Sicilia dove sono pressoché stabili i ricoveri sia in terapia intensiva che in regime ordinario. 

I dati nel trapanese - Diminuisce ancora il numero dei ricoverati negli ospedali della provincia. Sono 40 in totale e di questi 3 in terapia intensiva e 37 nei reparti ordinari. Il dato parziale dei tamponi molecolari effettuati è di 112 mentre i tamponi rapidi per la ricerca dell’antigene sono 103. Tra le città con più contagi: Trapani con 102, Castelvetrano con 96 e Marsala con 80.

Questi i positivi distribuiti nelle diverse città della provincia: Alcamo 69, Buseto Palizzolo 0; Calatafimi-Segesta 1; Campobello di Mazara 58; Castellammare del Golfo 1, Castelvetrano 96; Custonaci 16; Erice 56; Favignana 0; Gibellina 0; Marsala 80; Mazara 37; Paceco 12; Pantelleria 2; Partanna 0; Petrosino 4; Poggioreale 2; Salaparuta 0; Salemi 0, San Vito Lo Capo 4; Santa Ninfa 3; Trapani 102; Valderice 8; Vita 1.

A Partanna 18 ragazzini organizzano una grigliata -  Quasi tutti minorenni, si erano dati appuntamento in terreno nelle campagne di Partanna. E lì, senza mascherine, e assembrati, avevano organizzato il barbecue. Peccato che non sia consentito dalle norme anti-covid. Così la comitiva è stata scoperta dai carabinieri che hanno multato tutti i partecipanti alla grigliata abusiva. E' successo a Partanna, nei giorni scorsi, dove i Carabinieri della Compagnia di Castelvetrano hanno sorpreso una comitiva di giovani, quasi tutti minorenni, intenti ad arrostire e grigliare ignorando completamente quelle che sono le norme anticontagio. Prima dell’ora di pranzo, i militari della Stazione Carabinieri di Partanna, nel corso di uno specifico servizio volto a vigilare sul rispetto delle limitazioni imposte per prevenire il contagio dal virus covid-19, intervenivano in un fondo agricolo sito in contrada Vallesecco, dove era in corso una grigliata tra amici, 18 per l’esattezza di cui 17 minorenni, tutti sprovvisti di mascherina protettiva senza il rispetto del distanziamento sociale che alla vista dei militari provavano invano a dileguarsi sparpagliandosi intorno. Tutti i partecipanti sono stati sanzionati per la violazione dell’Art. 4 D.L. 19/2020, essendo la maggior parte minorenni dovranno giustificare ai genitori, intestatari della sanzione, la presenza ed il vietato comportamento tenuto.

I dati in Sicilia -  Aumentano leggermente anche in Sicilia i nuovi contagi. Sono 478 i nuovi casi su 20.864 tamponi processati (tra molecolari e test rapidi). Il tasso di positività si assesta al 2,3%. Aumento dunque anche sull'Isola, ma la curva dei contagi si mantiene comunque abbastanza stabile rispetto alle altre regioni d'Italia. Sono 18 le vittime mentre i guariti sono 261. Negli ospedali siciliani c'è un ricoverato in più in regime ordinario (726 in tutto) e uno in meno in terapia intensiva (132). Questa la suddivisione dei nuovi casi per provincia: 183 a Palermo, 122 a Catania, 58 a Messina, 48 a Siracusa, 26 a Ragusa, 17 a Caltanissetta, 15 a Trapani, 7 a Enna e 2 ad Agrigento. Ad oggi sono stati 153.036 i siciliani colpiti dal virus, 4.156 i morti e 122.699 i guariti. Gli attuali positivi sono 26.181, di cui 25.323 in isolamento domiciliare.

I dati in Italia - Sono 13.114 i nuovi casi di coronavirus registrati in Italia nelle ultime 24 ore, per un totale dall'inizio dell'emergenza di 2.938.371. Le vittime, secondo i dati del ministero della Salute sono invece 246, in aumento rispetto alle 192 di domenica, che portano il numero complessivo a 97.945. Sono 170.633 i test (molecolari e antigenici) effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, in calo rispetto ai 257.024 di domenica. Il tasso di positività è al 7,6%, in aumento rispetto al 6,8% di Domenica  Sono 2.231 i pazienti ricoverati in terapia intensiva in Italia, con un aumento di 58 unità rispetto a domenica, nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri, secondo il ministero della Salute, sono 171 (domenica erano 131). Nei reparti ordinari sono invece ricoverate 19.112 persone, 474 in più rispetto a domenica.

Iss, sale l'incidenza dei contagi negli under 20 - A partire dalla fine di gennaio l'incidenza dei casi di Covid-19 nella fascia sotto i 20 anni ha superato, per la prima volta da inizia pandemia, quella delle fasce di popolazione piu' adulte, e a febbraio è rimasta leggermente piu' alta. Lo sottolinea un 'Focus sull'età evolutiva' prodotto dall'Iss e presentato lo scorso venerdì al Cts. L'incidenza di gennario/febbraio e' stata intorno ai 150 casi per 100mila abitanti. Il valore piu' alto è registrato fra i 13-19 anni, poco meno di 200 casi ogni 100mila abitanti, mentre nei più piccoli è minore.

Nelle fasce di età più giovani, fra i casi diagnosticati rimangono pochissimi quelli gravi, mentre quelli lievi sono circa il 60% e il resto sono pauci sintomatici. Il rapporto ha censito anche il numero assoluto dei casi nella fascia di età sotto i 20 anni, che sono stati sopra i 106mila a novembre per poi scendere a circa 61mila sia a dicembre che a gennaio. Sempre a novembre si è raggiunto il picco di ricoveri in terapia intensiva per queste fasce, 53, scesi poi a 25 a dicembre e 21 a gennaio. Stesso andamento per i decessi, otto a novembre.

Draghi nomina il gen. Figliuolo nuovo commissario per l'emergenza Covid - Il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha nominato il Generale di Corpo d'Armata Francesco Paolo Figliuolo nuovo Commissario straordinario per l'emergenza Covid-19. A Domenico Arcuri i ringraziamenti del governo per l'impegno e lo spirito di dedizione con cui ha svolto il compito a lui affidato in un momento di particolare emergenza per il Paese.

Arcuri, onorato di aver servito il Paese - "Oggi si è conclusa la mia esperienza da Commissario per l'Emergenza Covid 19. E' stato un anno straordinario e sono riconoscente a chi mi ha dato la possibilità di occuparmi della più grande emergenza che la storia recente ricordi. Sono onorato di aver potuto servire il mio Paese in una stagione così drammatica. Auguro al generale Francesco Paolo Figliuolo buon lavoro, certo che saprà affrontare con competenza il compito cui è stato chiamato". Così l'ex Commissario per l'Emergenza, Domenico Arcuri.

Figliuolo dal 2018 è comandante logistico esercito - Il generale Francesco Paolo Figliuolo, nominato da Draghi nuovo commissario all'emergenza Covid, è originario di Potenza, ha maturato esperienze e ricoperto molteplici incarichi nella Forza Armata dell'Esercito, interforze e internazionale. Ha ricoperto l'incarico di Capo Ufficio Generale del Capo di Stato Maggiore della Difesa, dal 7 novembre 2018 è Comandante Logistico dell'Esercito. In ambito internazionale ha maturato esperienza come Comandante del Contingente nazionale in Afghanistan, nell'ambito dell'operazione ISAF e come Comandante delle Forze Nato in Kosovo (settembre 2014 - agosto 2015). Il generale Figliuolo è stato insignito di numerose onorificenze. Tra le più significative la decorazione di Cavaliere dell'Ordine Militare d'Italia, la Croce d'Oro ed una Croce d'Argento al Merito dell'Esercito e Nato Meritorius Service Medal.

 

 

 

Made with Flourish