×
 
 
28/01/2022 09:01:00

Credito d’imposta esteso fino al 2025 per sostenere gli investimenti in beni strumentali

Il credito d’imposta per l’acquisto di beni strumentali 4.0 si rivolge a tutte le imprese che operano sul territorio nazionale italiano, indipendentemente dalla loro dimensione e serve a supportare e incentivare le imprese che investono in beni strumentali nuovi, materiali e immateriali, funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi.
• Area Geografica: Italia
• Scadenza: BANDO APERTO – Fino ad esaurimento fondi
• Beneficiari: Micro Impresa, Grande Impresa, PMI
• Settore: Agricoltura, Artigianato, Commercio, Industria, Servizi/No Profit, Turismo, Cultura, Agroindustria/Agroalimentare
• Spese finanziate: Attrezzature, macchinari e Applicazioni software
• Agevolazione: Bonus fiscale

BENEFICIARI
Possono accedere al credito d’imposta tutte le imprese indipendentemente dalla forma giuridica, dal settore economico di appartenenza, dalla dimensione e dal regime fiscale di determinazione del reddito. È necessario che l’azienda richiedente:
• rispetti la disciplina sulla sicurezza dei luoghi di lavoro
• versi correttamente i contributi previdenziali e assistenziali per i propri dipendenti.

La misura agevolativa è stata estesa fino al 2025 ma cambiano le percentuali come di seguito specificato:
ANNO 2022
- 40% per la quota di investimento fino a 2,5 milioni di euro
- 20% per la quota di investimento oltre i 2,5 milioni di euro e fino ai 10 milioni di euro
- 10% per la quota di investimento oltre i 10 milioni di euro e fino ai 20 milioni di euro
- Nessuna agevolazione per investimenti oltre i 20 milioni di euro

ANNI 2023-2024-2025
- 20% per la quota di investimento fino a 2,5 milioni di euro
- 10% per la quota di investimento oltre i 2,5 milioni di euro e fino ai 10 milioni di euro
- 5% per la quota di investimento oltre i 10 milioni di euro e fino ai 20 milioni di euro
- Nessuna agevolazione per investimenti oltre i 20 milioni di euro
Il credito d’imposta spettante è utilizzabile esclusivamente in compensazione in 3 quote annuali di pari importo a decorrere dall’anno dell’avvenuta interconnessione.

PRECISAZIONI
Per gli investimenti effettuati mediante contratti di locazione finanziaria, si assume il costo sostenuto dal locatore per l’acquisto dei beni.

ULTERIORI BENEFICI
Il credito d’imposta non concorre alla formazione del reddito nonché della base imponibile dell’imposta regionale sulle attività produttive.
Il credito d’imposta è cumulabile con altre agevolazioni (Bonus macchinari “Nuova Sabatini”, Bonus Sud “Credito d’imposta Mezzogiorno) che abbiano ad oggetto i medesimi costi, a condizione che tale cumulo non porti al superamento del costo sostenuto.

SCADENZA
La domanda può essere presentata fino ad esaurimento fondi e comunque entro il 30 giugno 2026 a condizione che entro la data del 31 dicembre 2025 il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20 per cento del costo di acquisizione.
Per saperne di più o per richiedere una consulenza gratuita non esitare a contattarci a finanziamenti@studioculicchia.it oppure compila il form sottostante per essere contattato da uno dei nostri consulenti

Hai bisogno di altre informazioni?

Per assistenza su come progettare e sviluppare un progetto imprenditoriale e come superare i tipici ostacoli che accompagnano la definizione del piano d'impresa o per richiedere una consulenza gratuita non esitare a contattare lo Studio Culicchia scrivendo a finanziamenti@studioculicchia.it oppure compila il form con i tuoi dati per essere contattato da uno dei consulenti.  



https://www.tp24.it/immagini_banner/1614701016-incentivi-alle-imprese.gif