×
 
 
13/05/2022 16:20:00

Erasmus. L'Istituto "Pertini" di Trapani vola in Spagna

 L’Istituto comprensivo Eugenio Pertini di Trapani, guidato dalla Dirigente scolastica Maria Laura Lombardo, continua a viaggiare per le mobilità internazionali. Dal 18 al 22 aprile, si è svolta la penultima mobilità del Progetto Healty Living, di cui l’Istituto trapanese è coordinatore.

Una delegazione, guidata dalla Dirigente Lombardo, con sei studentesse delle classi prime della scuola secondaria, del plesso Giovanni Falcone e tre docenti accompagnatrici, è volata in Spagna, a Madrid, per poi spostarsi a Leon nella provincia di Castiglia e a La Pola de Gordón, un piccolo paesino sui monti Cantabrici, alla scuola Federico Garcia Lorca. La mobilità ha visto protagonisti gruppo di insegnanti e studenti provenienti da Italia, Turchia, Polonia e Romania. In totale, undici insegnanti e 27 studenti, accolti dalla scuola spagnola, con canti e danze folcloristiche tipiche del territorio. Il primo giorno, tutti gli studenti sono stati impegnati in giochi sportivi in maniera free, interagendo tra loro e comunicando attraverso l’inglese. La seconda giornata ha visto i gruppi impegnati nella scoperta del centro storico di Leon, tappa obbligata del Cammino di Santiago e della Cattedrale gotica, dedicata a Maria del Cammino.

Studenti e docenti si sono trovati immersi e inebriati dalla bellezza dell’arte medievale dei luoghi. Il terzo giorno sono state programmate delle attività creative nelle classi della scuola di Pola Gordon. Oltre a dipingere delle magliette, ispirandosi al tema del benessere, la prof.ssa Novara ha animato la lezione, coinvolgendo tutti gli studenti in una sorta di gioco di apprendimento delle lingue spagnola, turca e italiana, in maniera interettativa. I gruppi studenteschi, coi vari docenti sono stati ricevuti dalla sindaca del comune di Pola Gordon, Noemi Gonzalez Diaz, nella sala del Consiglio Comunale. Ragazzi e ragazze hanno fatto tante domande, alle quali la sindaca ha risposto con entusiasmo, conversando, in inglese, con tutti gli studenti, ringraziandoli per la loro presenza. Alla fine dell’incontro il comune ha donato dei gadget ai ragazzi e alle ragazze e una monografia della provincia di Leon y Castiglia, ad ogni insegnante, con una tazza di ceramica dell’Istituto di cultura di Leon.

Dopo avere visitato il comune, le scolaresche hanno fatto tappa a un panificio nella città di Santa Lucía, assistendo al ciclo del pane e cimentandosi nella panificazione, facendo merenda con pane e zucchero, tipica del luogo. Il quarto giorno i gruppi hanno esplorato le Grotte di Valporquero, nel vicino comune di Vegacervera, nel ventre della terra spagnola. Il sesto giorno l’ultima tappa è stata nel Monastero di San Marco, nella città di Leon, meta irrinunciabile dei pellegrini, con visita al museo interno e poi visita al Museo di arte contemporanea della città di Leon. È stato un momento di crescita e confronto tra giovani europei, attraverso la lingua inglese e l’amore per le culture diverse. Non sono mancati i momenti conviviali, con degustazioni dei piatti tipici, canti delle varie tradizioni popolari dei diversi paesi coinvolti nella mobilità, toccando con mano come la lingua italiana sia apprezzata dai vari paesi. Queste le parole della Dirigente Lombardo:“Siamo fieri di essere il paese coordinatore di un progetto Erasmus plus come Healthy living, così importante ed attuale soprattutto per la tematica trattata. Il benessere analizzato e approfondito da tutti i punti di vista, dal rispetto dell’ambiente alla salvaguardia della salute, dal contatto con la natura all’educazione alimentare, dall’equilibrio psicofisico all’apertura e al dialogo Interculturale, si sta rivelando per tutte le scuole coinvolte un percorso di acquisizione di esperienze ricche e significative che permette agli studenti e al personale coinvolto di crescere sia dal punto di vista delle competenze socio-relazionali , sia di quelle in lingua inglese ed dell’educazione civica. Un percorso ancora in fieri che a breve vedrà l’Istituto Pertini impegnato nell’ultima mobilità in Polonia in cui saranno sviluppati i valori della natura con attività mirate a ricreare armonia tra uomo e ambiente. Un patrimonio umano e culturale che ci permetterà di elevare ulteriormente il livello della nostra offerta formativa.”