Quantcast
×
 
 
25/06/2022 12:15:00

"Una riflessione politica sulla sinistra di Petrosino"

Nel 1976 sono entrato come simpatizzante nel PCI; con tanta passione si discuteva, si affrontavano i problemi del lavoro, le problematiche del paese e si diceva, quasi sempre nelle riunioni, di allargare il partito , di trovare nuovi tesserati, di dare spazio ai giovani facilitandogli l’ingresso e attraverso il coinvolgimento e la formazione sul campo, potevano diventare dirigenti dello stesso partito. Facendo tanta gavetta, dirigenti ci si diventava veramente attraverso congressi di qualsiasi livello.

Erano i tempi di Enrico Berlingue , ma sono stati pure i tempi Di Natta, di Occhetto e di altri dirigenti del Partito a livello nazionale.

Quali sono i veri motivi del polverone in atto da alcune settimane, a livello locale, a proposito delle vittorie e delle sconfitte di una lista rispetto a un'altra, chi sono gli avversari della sinistra?

Dal 1976 mi hanno sempre detto che sono le destre; desidero, pur non essendo iscritto da qualche anno in nessun partito e nemmeno al PD, che prevalesse l'idea di un confronto democratico fra tutti coloro che hanno una vera idea della politica, e che ognuno esprimesse liberamente dei concetti che aiutino a sciogliere anche i dubbi per le scelte fatte in maniera diversa, altrimenti chi ha ancora delle simpatie verso la sinistra , può decidere di non votare più questi partiti e di continuare con l'astensionismo.

Enzo Maggio 



  • Tp24 Tv
  • RMC101
  • Podcast
  • Inchieste
https://www.tp24.it/immagini_banner/1673947509-qashqai-e-power.gif
https://www.tp24.it/immagini_banner/1673948001-impianto-fotovoltaico.jpg
<