Cultura

Ruska Jorjoliani racconta “Tre vivi e tre morti”

01/12/2021 - 01/12/2021

 La programmazione alla Biblioteca Sociale Ex Libris di OTIUM per questa prima settimana del mese di Dicembre ha in programa due appuntamenti:

Mercoledì 1/12 Ruska Jorjoliani racconta “Tre vivi e tre morti”.
Voland edizioni - Conversa Barbara Lottero
Un romanzo familiare dalle venature noir, dove quella nascosta sotto il tappeto è polvere da sparo, dove tenersi stretta un’esistenza banale si rivela meno semplice che premere il grilletto. E dove storie e passati si intrecciano. Firenze, fine anni ’50. Modesto e Aurora sono sposati, fanno gli insegnanti, hanno entrambi l’amante. Si sono conosciuti in un giorno storico, quando Aurora assieme a molte altre italiane ha espresso il suo voto per la prima volta. Ora condividono una quotidianità fatta di cinema del lunedì, battute al vetriolo e perdite d’equilibrio. Finché una lettera non turba la loro placida routine: qualcuno sa di un “fattaccio” che riguarda Modesto, e che lui pensava sepolto nel passato... Fra Russia e Abruzzo, primi anni ’40. Guerino è un giovane soldato, ha un padre vedovo e infiacchito, uno zio spavaldo e fascista. Scampato all’assideramento nella steppa, al rientro in patria si unisce alle milizie repubblichine. Con gli alleati ormai alle porte di Roma, sembra finire per sempre dalla parte sbagliata della Storia.
@Ruska Jorjoliani, Nata nel 1985 a Mestia, in Georgia, dal 2007 vive stabilmente a Palermo. Inizia a scrivere dieci anni fa, in italiano. Nel 2009 vince il premio Mondello Giovani SMS Poesia con un componimento dedicato a Dino Campana. Nel 2015 esordisce con La tua presenza è come una città (Corrimano Edizioni), di cui nel luglio 2018 è uscita la traduzione tedesca. Tre vivi, tre morti è il suo secondo romanzo.

Domenica 5/12 ore 10-13 mattina in biblioteca “Libri da parati”
Un nuovo modo di leggere per Bambini da 4 a 99 anni, Ed. Verba Volant

comments powered by Disqus
https://www.tp24.it/immagini_banner/1659520159-sf21.gif