Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi
19/04/2019 07:03:00

Andrea Tarondo lascia Trapani e va in Perù

 Come Antonio Ingroia. Non resiste alla tentazione sudamericana neanche Andrea Tarondo. E così il sostituto procuratore di Trapani fa l'annuncio: va in Perù. Partirà tra due mesi e ci starà per un bel po' (Ingroia, allora, tornò quasi subito per candidarsi alle elezioni...). A fare cosa? A contrastare i narcotrafficanti come "esperto giudiziario" per la FIIAPP, la "Fundación Internacional e Iberoamericana".

Quello di Tarondo non è un addio, ma un arriverderci. Anche se in Sudamerica resterà, sulla carta, tanto: quasi quattro anni. Per Trapani finisce un'epoca: il magistrato emiliano è in servizio a Trapani dal 1996. L'ultima inchiesta portata avanti da Tarondo in ordine di tempo è "Artemisia" (associazione segreta e corruzione a Castelvetrano, attualmente gli indagati sono stati tutti scarcerati).