13/04/2021 20:20:00

Bulgarella torna ad investire in Toscana. Nuovi hotel per il ribalzo post-pandemia

 Nuovi investimenti in Toscana per il Gruppo Bulgarella dell'imprenditore trapanese Andrea Bulgarella. «Attualmente – spiega a Il Sole 24 Ore il direttore generale Ray Lo Faso – il Gruppo Bulgarella dispone di 26 alberghi di proprietà tra Veneto, Toscana e Sicilia, per un valore patrimoniale di circa 250 milioni di euro e diventeranno 30 entro il 2023».


Il Gruppo Bulgarella ha cento anni di storia e radici nel mondo delle costruzioni, ma è a partire dalla metà degli anni Settanta che l’attuale presidente Andrea Bulgarella decide di investire nel settore hospitality con i primi alberghi sul mare a Trapani, in Sicilia.


Ad oggi, Bulgarella gestisce direttamente soltanto due strutture, il Room of Andrea di Trapani e il resort Venere di Erice in Val d’Erice.

Nonostante le difficoltà del settore turistico legate alla pandemia per il 2021 e il 2022 il gruppo ha destinato agli investimenti un budget di 35 milioni di euro, che serviranno per aprire a luglio di quest’anno l’Hotel Cube a Firenze, «un progetto futuristico di 94 camere che ripropone il cubo di Rubik e due progetti già cantierizzati che riguardano l’Hotel Bristol di Viareggio (90 camere) e l’Hotel Granduca a San Giuliano Terme (200 camere), in apertura il prossimo anno».


Riporta sempre Il Sole 24 Ore che il modello di sviluppo futuro del gruppo prevede di continuare a investire e a credere nelle opere di recupero di immobili di qualità, convertendoli in strutture ricettive di pregio, in grado di incidere sul tessuto urbano con ricadute economiche per il territorio.
Tra gli interventi di restyling su opere di valore architettonico e storico c’è quello che riguarda il resort Monasteri Golf Resort di Siracusa (40 milioni di investimento), un 5 stelle di 102 camere con centro benessere e campo da golf a 18 buche, ex masseria fortificata dell’800, e che ha attirato il gruppo Radisson, il brand che dal 2021 si occuperà della gestione. Anche il modello ibrido è tenuto in considerazione dal gruppo, come dimostra il progetto di ristrutturazione del Tower Plaza a Pisa, che avrà una parte alberghiera in formula 5 stelle con 110 camere e un’area residenziale con una trentina di appartamenti.