26/02/2020 19:24:00

Calcio, Marsala. Parlano i giocatori: "Noi abbandonati da tutti"

Si è tenuta questo pomeriggio alle ore 17:30, presso la sala stampa dello Stadio Municipale Nino Lombardo Angotta di Marsala, la conferenza chiesta dai tesserati della Società F.C. Club Marsala 1912 per la lettura di un comunicato, redatto dagli stessi, che riportiamo fedelmente in calce.

A leggere il suddetto comunicato è stato l’attuale capitano Maiko Candiano, in presenza di tutti i suoi compagni, compreso il Mister Nicola Terranova. In evidenza un chiaro senso di disaggio che sta attraversando il sodalizio lilibetano. I giocatori si sentono  “abbandonati dalla dirigenza”, con una situazione di classifica deficitaria ma che vogliono ugualmente tentare di risolvere con la salvezza, malgrado le difficoltà evidenziate e meglio descritte nel comunicato.

 

Il comunicato letto dal capitano Candiano

“Buonasera a tutti.

Parlo a nome della Squadra.

Dopo il comunicato scritto il 15 Febbraio 2020 volevamo ribadire e precisare visto quanto smentito dalla proprietà tutto quello che di assurdo stiamo vivendo mettendoci la faccia.

Nella riunione avvenuta venerdì 14 febbraio 2020 con la proprietà e i calciatori, dopo ben 8 ore di attesa, ci è stato detto dalla proprietà che non ci sono più Soldi nella casse della società ed eravamo liberi pure di andare a casa.

Nonostante ciò abbiamo rispettato ed onorato la trasferta di Castrovillari.

Dopo questa tranferta per tutta la settimana la proprietà è sparita.

Successivamente, nell'assurda giornata di domenica 23 Febbraio 2020, prima del riconoscimento con l'arbitro, nella partita di Marsala-Troina, ci siamo ritrovati senza maglie da gioco come si può vedere in alcune immagini.

Nel dopo partita, avendo rincorso per l'ennesima volta la proprietà, abbiamo avuto l'ennesimo confronto.

In questo Confronto ci sono state fatte ancora promesse, una di queste era che entro il giorno successivo cioè lunedì 24 febbraio 2020 la proprietà avrebbe dovuto  farci sapere in che modo bisognava andare avanti e quali fossero le intenzioni della società.

Fino ad oggi mercoledì 26 febbraio 2020 , la proprietà non ha fatto sapere nulla e siamo ancora in attesa di una risposta.

Dopo spiegato in pochissime parole il tutto, volevamo specificare anche se abbiamo ricevuto l'ultimo rimborso spese a Dicembre 2019, che si trattava del corrispettivo della mensilità di Ottobre 2019 quindi siamo indietro di 4 mensilità e siamo  come potete immaginare, in grosse difficoltà economiche giornaliere.

Ci sentiamo abbandonati da tutta la società in tutto e per tutto, umiliati, non rispettati, perché ricordiamoci che prima di essere calciatori siamo ESSERI Umani.

Nel frattempo noi stiamo continuando  ad allenarci, insieme allo staff con grande professionalità, rispettando i nostri contratti.

Speriamo che il tutto possa risolversi nel più breve tempo possibile, soprattutto per assicurare tranquillità non solo a noi ma alle nostre famiglie.

E Vorremmo semplicemente essere messi nelle condizioni di svolgere il nostro lavoro al massimo, perché nessuno ci ha mai messo nelle condizioni di farlo.

Ribadiamo che daremo l'anima fino alla fine per questa maglia e questa Città per cercare di arrivare all'unico obiettivo comune, il raggiungimento in tutti i modi della salvezza.

Forza Marsala.”

 

 

Giovanni Ingoglia