26/05/2020 08:36:00

Cassa integrazione in Sicilia, M5S e Fava presentano una mozione di censura per l'assessore Scavone

 Torna a riunirsi oggi l’ARS, non sarà una seduta semplice quella che dovrà affrontare l’assessore alla Famiglia e al Lavoro, Antonio Scavone.

Le opposizioni insorgono, chiedono conto e soddisfazione delle falle che ci sono state per il pagamento della cassa integrazione, a chiedere scusa ai siciliani è stato lo stesso presidente della Regione, Nello Musumeci. I parlamentari di opposizione presenteranno il conto al governatore: atto di sfiducia.

La mozione di censura per Scavone è stata presentata dal Movimento Cinque Stelle, o di quel che resta di loro, e da Claudio Fava (gruppo misto): ne chiedono la rimozione.

La cassa integrazione non è stata ancora pagata a moltissimi lavoratori a questo si aggiunga che le Ipab, che dipendono dallo stesso assessorato, versano in condizioni pessime: nessuna riforma e lavoratori senza stipendio da mesi.

Qualora la mozione di sfiducia dovesse trovare i numeri in Aula il presidente Musumeci potrebbe non darvi seguito, si tratta solo di un atto politico. Tuttavia molto dipenderà dai numeri che la maggioranza oggi presenterà all’ARS, dal canto loro sia il Pd che Italia Viva preferiscono prima ascoltare l’assessore e poi decidere.

La questione è tutta interna ai Cinque Stelle, cosa faranno i dissidenti da Sergio Tancredi a Valentina Palmeri? Sono in tutto cinque e potrebbero direttamente non presentarsi in Aula oppure astenersi. La seduta del pomeriggio potrebbe riservare dei colpi di coda.



  • Tp24 Tv
  • RMC101
  • Podcast
  • Inchieste