26/04/2019 12:40:00

Castellammare, uomo si getta nel fiume San Bartolomeo.Salvato in extremis da un'infermiera

Ieri a Castellammare del Golfo, un uomo di circa settant'anni è stato salvato in extremis dal tentativo di suicidio, grazie all'intervento di una infermiera che si è gettata nel fiume dove l'uomo si era buttato per farla finita, riportandolo sulla riva e salvandolo da morte certa.  Il fatto è  accaduto intorno alle 15.

L'uomo ha accostato la sua auto su un ponte e si è gettato giù nel fiume San Bartolomeo, in un punto molto profondo e dove l'acqua è torbida. In quel momento, passava l'infermiera Rossella Accardo di Alcamo che, accortasi di quello che stava accadendo, non ci ha pensato su due volte, ha fermato la sua auto e si è gettata nel fiume recuperando l'uomo e rianimandolo per circa venti minuti, nell'attesa dell'arrivo dei soccorsi. 

“Vogliamo congratularci ed esprimere tutto il nostro apprezzamento per il valoroso gesto di una giovane infermiera alcamese che con grande coraggio ha salvato un uomo da morte certa tuffandosi in un fiume e recuperando il corpo per poi rianimarlo”. È il commento del Nursind di Trapani guidato da Salvo Calamia all’episodio che ha visto protagonista ieri pomeriggio, l’infermiera alcamese di 27 anni Rossella Accardo.
 

“Il coraggio e il sangue freddo nell’azione – dice Calamia – dimostrano il grande attaccamento alla professione e ottime competenze. Questo episodio è solo l’ultimo di una lunga serie che vede protagonisti infermieri, una categoria che merita di essere valorizzata per il ruolo fondamentale svoltò nella sanità a tutela della salute dei pazienti”.