29/03/2020 19:32:00

Coronavirus, la Regione stanzia 100 milioni di euro. La Città di Salemi chiede aiuto

 La povertà avanza, nuove sacche che si formano in seguito alla chiusura delle attività, le famiglie hanno difficoltà a fare la spesa.

Potrebbe crollare la tenuta sociale ed esserci delle ripercussioni gravissime su tutti i territori, da sole le Caritas e i banchi alimentati non possono fronteggiare il ventaglio di chi vi si rivolge. Per far fronte a queste esigenze la Regione ha stanziato 100 milioni di euro per aiutare tutte le famiglie che si trovano in difficoltà economica tale da non riuscire a fare la spesa.

La somma verrà ripartita tra i Comuni che poi a loro volta assegneranno una determinata cifra alle famiglie disagiate.

Nel trapanese la città di Salemi, attraverso il sindaco Domenico Venuti, chiede aiuto attraverso un sostegno alle imprese e per gli indigenti.

La giunta salemitana ha chiesto il riconoscimento dello stato di calamità:"Nessuno sia lasciato solo. Accanto al contenimento puntuale e rigoroso dell'emergenza epidemiologica riscontrata in città bisogna far partire un'azione altrettanto energica di contrasto alla crisi economica che purtroppo è già in atto. Serve unità d'intenti da parte di Stato e Regione, ma serve anche celerità nelle decisioni in favore delle popolazioni più colpite dal virus".

Salemi chiede, tra le altre cose l’azzeramento dei costi delle utenze dei servizi pubblici per le attività e i professionisti fermati dalle disposizioni governative di contrasto al Covid-19: lo stesso provvedimento viene chiesto per le persone fisiche residenti a Salemi con redditi inferiori alla soglia di povertà calcolata dall'Istat, per i disoccupati e per chi vedrà il proprio reddito abbassarsi perché derivante "esclusivamente" da proventi di attività economiche sospese a causa dell'emergenza.

E’ il tempo della solidarietà, ci sono due belle storie da raccontare e che riguardano gli anziani da soli in casa. Una donna di Porto Empedocle, che non deambula, ha avuto difficoltà ad acquistare i farmici, ha lei stessa chiamato il 112 e i farmaci necessari le sono stati consegnati dal comandante della Polizia della città.

Una storia simile si racconta anche a Favara dove i Carabinieri hanno aiutato una anziana che a causa della rottura di un tubo si è ritrovata con l’abitazione allagata.