Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi
16/07/2019 19:03:00

Custonaci, si presenta il libro di Basile "La vita in Sicilia al tempo dei Borbone"

Sarà presentato giovedì 8 agosto, alle ore 21,30, presso l'Associazione culturale Museo vivente di Custonaci, all’interno della rassegna “Un Borgo di Libri ed Autori – Letture sotto le Stelle”, l'ultimo libro di Gaetano Basile, "La vita in Sicilia al tempo dei Borbone", arricchito dalle illustrazioni di Giuliana Flavia Cangelosi, edito da Dario Flaccovio.

Converserà insieme all'autore Valentina Pipitone del Centro studi Dino Grammatico.
Come si viveva in Sicilia al tempo dei Borbone? Gaetano Basile, col suo stile sapientemente arguto e con grande ricchezza di particolari e dettagli poco noti o sconosciuti ai più, si spinge ben al di là della storia tramandata. Narrando i fatti come in presa diretta, guida il lettore alla scoperta di vizi e virtù, verità efake news di una monarchia che, nel bene e nel male, ha lasciato il segno su tanti aspetti della vita quotidiana e ha profondamente inciso sull’architettura, la cucina, le consuetudini giornaliere e la storia stessa della Sicilia.

Gaetano Basile. palermitano, giornalista, scrittore, autore televisivo e teatrale, nonché enogastronomo appassionato e narratore avvincente. Sa parlare alla memoria e al cuore della gente prescindendo da stereotipi e luoghi comuni. Profondo studioso della storia dei cibi tipici isolani, è accademico onorario dell’Accademia Italiana della Cucina e membro del Comitato studi sulla cucina siciliana. È anche maître ad honorem dell’Associazione dei Maîtres Italiani AMIRA. Nel 2011 è stato premiato dall’Associazione della Stampa Estera in Italia come “Miglior divulgatore culturale della gastronomia italiana”.