04/04/2020 08:47:00

Emergenza coronavirus: troppe persone fuori casa, più controlli

 Emergenza coronavirus, ancora troppi cittadini non rispettano il divieto di restare a casa. Stretta sui controlli: 15 mila multe in 48 ore.

Lo scrive Il Corriere della Sera oggi in edicola.

Troppa gente in strada nonostante il divieto di uscire di casa senza comprovato motivo, controlli rinforzati per le prossime festività.

Sul fronte dei controlli ormai da giorni, in vista del fine settimana di Pasqua — e poi del 25 Aprile e del Primo maggio —, è scattata un’ulteriore stretta del ministero degli Interni contro le uscite di casa fuorilegge, confermate dall’utilizzo di droni e dalle analisi svolte dalle amministrazioni locali con i gestori telefonici che hanno intercettato gli spostamenti dei cittadini. Da qui l’aumento di posti di blocco su autostrade, statali e provinciali, ma anche arterie cittadine. Fermati anche ciclisti e pedoni.


Soltanto giovedì scorso le forze dell’ordine hanno controllato 246.829 persone e 97.698 attività commerciali, con 7.659 sanzioni (che si aggiungono alle oltre 7 mila di mercoledì), 85 denunce per false autodichiarazioni e altre 24 per violazione della quarantena. Multe anche a 258 commercianti mentre le attività chiuse sono state 53. In soli otto giorni le persone sorprese fuori casa senza una giustificazione sono state 43.558 con 354 accusati sempre di epidemia. Un’impennata di casi che segue un aumento dei posti di blocco e delle verifiche, ma anche una conferma inquietante del fatto che più di qualcuno pensa che si possa abbassare la guardia. Dall’11 marzo scorso sono oltre quattro milioni e 300 mila le persone controllate e quasi due milioni gli esercizi commerciali.