05/08/2020 20:04:00

Erice, sui social il video che riprende un uomo ammalato e in fin di vita

 Adesso sott’accusa è finito il video, pubblicato sui social, che riprendeva Simone, 50 anni, su una sedia a sdraio, ridotto ad una larva, mentre la madre cercava di asciugargli la fronte grondante di sudore. O meglio chi l’ha pubblicato. Il Comune di Erice minaccia azioni legali contro coloro che si sarebbero resi responsabili di “condotte diffamatorie e lesive” e al tempo stesso ha avviato accertamenti per far luce sulla vicenda.

Il vice sindaco Gianni Mauro parla di “immagini inopportune, seppur reali”. Ma se qualcuno non avesse pubblicato quel video, la morte di Simone, affetto da una grave malattia alle ossa, sarebbe passata in silenzio e nessuna iniziativa sarebbe stata intrapresa per verificare se l’uomo ha avuto assistenza da parte degli uffici comunali competenti.

La verità è ancora tutta da decifrare. Lo stesso Gianni Mauro vuol vederci chiaro. Sembra che madre e figlio fossero seguiti dai Servizi sociali. Ma si può lasciare morire un uomo in quelle condizioni? Perché non è stato accompagnato in una struttura adeguata. Perché tanta sofferenza?
E perché quel video ha dato tanto fastidio “seppur reale” ?



https://www.tp24.it/immagini_banner/1600803520-audi-set.gif
https://www.tp24.it/immagini_banner/1600269968-amministrative-2020-consigliere.jpg
https://www.tp24.it/immagini_banner/1600176438-settembre-2020.gif
https://www.tp24.it/immagini_banner/1600701005-amministrative-2020-consigliere.jpg