07/04/2021 04:15:00

Il Governo - Comitato di Salute pubblica

 Il Comitato di salute pubblica fu un organo governativo composto dai maggiori rivoluzionari francesi e creato dalla Convenzione Nazionale il 17 germinale (6 aprile 1793) ,ci fu anche la rivoluzione del calendario, in autunno i mesi terminava con il suffisso -io, l'inverno-oso, primavera -le, estate-idoro.

Fu costituito a seguito delle sconfitte militari, del tradimento di Dumouriez e della rivolta vandeana, per affiancare il Consiglio esecutivo provvisorio, fondato dopo l'insurrezione del 10 agosto 1792, che riuniva i sei maggiori ministeri di governo.Nato per proteggere la neonata repubblica rivoluzionaria dalle invasioni straniere e dalle ribellioni intestine, la sua esistenza fu un rimedio estremo e necessario in tempo di guerra; formato all'inizio da 9 membri, poi raddoppiati, ottenne un ampio potere di supervisione in ambito militare, giudiziario e legislativo. Riformato nel luglio 1793, poco dopo la sconfitta dei girondini alla Convenzione, a cui seguì l'entrata dei giacobini Robespierre, Saint-Just e Couthon, il 4 dicembre la Convenzione delegò il potere esecutivo al Comitato. Svuotato delle sue prerogative, dopo il colpo di stato del luglio 1794,il Comitato di salute pubblica fu infine soppresso il 26 ottobre 1795. Il governo nazionale italiano che raccoglie tutti i partiti presenti in parlamento, esclusi Fratelli d'Italia e Sinistra Italiana, che avuto genesi dopo l'affollamento del Conte bis, è anche definito governo di salute pubblica. La comparazione è in parte pertinente, perché anche noi abbiamo un nemico straniero, il Coronavirus-Covid19- SarsCov-2. Il Comitato non ebbe una fine gloriosa perché si macchió del Regime del Terrore nel 1794 il maggiore esponente Robespierre -figura controversa- fu ghigliottinato. Con i dovuti distinguo e anche perché la finalità è opposta le zone a colori in cui viene suddivisa la nazione viene vissuta dal tessuto economico come "fase del terrore".

Si è certi che Draghi non verrà giustiziato, che se dovesse fare bene e lui volesse ,la prossima destinazione è il colle del Quirinale nel 2022. Fondamentale per lui e soprattutto per noi la campagna vaccinale nel periodo germinale e fiorile -aprile- per raggiungere nel mese vendemmiaio la copertura maggiore. Noi dobbiamo rispettare le regole e con ferite indelebili metteremo in garage il Governo/Comitato di salute pubblica.

Vittorio Alfieri