22/05/2020 15:08:00

Marsala, ancora degrado nell'area del Salato

La situazione antistante e retrostante al salato è indecente. I camper sono aumentati a dismisura, i bambini sono lasciati liberi di scorrazzare tra le auto, qualcuno potrebbe pure finirci sotto, tanti i panni stesi al sole, tra gli alberi, visibili dalla strada.


Il tutto si svolge a pochi passi dalla porta centrale della città di Marsala, in uno dei posti, il lungomare, che è stato rivalutato da tutti i cittadini.
La situazione è identica nella parte posteriore l’isola ecologica, altri camper, altri indumenti stesi, altri bambini, così nelle vie laterali, con i mucchi di spazzatura che affollano quella zona e che si riversano su Piazza Piemonte e Lombardo, discarica segnalata più volte.


Il problema non è più rimandabile, dice il consigliere Vito Cimiotta, la drammatica condizione in cui versa quell’area va affrontata, non è tollerabile che una parte di città sia terra di nessuno e sia depredata dalle sue bellezze. E’ l’interfaccia della città, la finestra sul mare, se saliamo sul Monumento ai Mille ci accorgiamo, conclude Cimiotta, che la situazione è molto peggio di quello che appare. L’amministrazione deve attivarsi nell’immediato non solo a bonificare ma a rendere quello spazio pulito, sano, vivibile, per riconsegnarlo alla città. Non si può avere paura ad andare a conferire la spazzatura”.


Di segnalazioni di questo tipo ne sono arrivate tante, con una certa frequenza, l’amministrazione ne fa orecchie da mercante, non vede e non sente.
La città deve riappropriarsi dei suoi spazi, consentire al cittadino di conferire all’isola ecologica ma anche di poter passeggiare liberamente in quella zona, con l’avanzare del caldo gli odori diventano più intensi, non di meno lo spettacolo dei panni stesi in pieno centro città non è degno di chiamarsi civiltà.



  • Tp24 Tv
  • RMC101
  • Podcast
  • Inchieste