16/02/2020 18:00:00

Il Marsala a Castrovillari sfiora l'impresa facendosi raggiungere sul 2 a 2 all'84esimo

Al culmine di una settimana travagliata Il Marsala Calcio torna da Castrovillari con un prezioso punticino e il rammarico di essere andato vicino al colpaccio. Al “Rende” di Castrovillari finisce due a due con il Marsala che  riesce a ribaltare il risultato, dopo il goal iniziale della formazione rosso-nera per poi incassare la rete, del definitivo due pari, all’84esimo minuto.

Va così in archivio anche la 24esima giornata del campionato di serie D, con un quasi nulla di fatto in chiave classifica per il sodalizio azzurro. Rimane invariato il gap dalla zona salvezza diretta, a sei punti di distanza proprio dal Castrovillari ma si guadagna un punto sul Corigliano e Marina di Ragusa, anch’esse impelagate nella zona play out, insieme al Marsala.

Gara gagliarda, come lo era stata quella vittoriosa contro il Messina, per i lilibetani che dopo avere incassato la rete al 28esimo del primo tempo da Cangemi, sono riusciti a pareggiare un minuto dopo con capitan Candiano. Nella ripresa il forcing azzurro porta i suoi frutti al 62esimo, quando Lo Cascio dà la zampata vincente per il sorpasso, siglando il goal dell’uno a due. Il Marsala si abbassa ma tiene ugualmente a bada le sfuriate poco incisive dei padroni di casa ma da un incertezza difensiva all’’84esimo Rosi trova il goal del definitivo due pari. Il risultato giova di più alla formazione di casa che mantiene invariato il proprio vantaggio sulla formazione azzurra.

Dal risultato del campo i riflettori tornano adesso sulla spinosa situazione che è maturata in quest’ultima settimana. Situazione dove si è passati dall’esonero di Mister Terranova, disposto in maniera univoca dal Presidente Domenico Cottone, senza consulto del CDA Societario e le conseguenti dimissioni del dirigente Picciotto e del preparatore dei portieri Caradonna, al comunicato emanato dai giocatori, dove hanno espressamente illustrato una situazione economica disarmante, alla quale sono stati sottoposti da ottobre ad oggi, senza percepire stipendi. Arrivando, in fine,  alla presenza del tecnico Terrananova a Castrovillari a  seguito della squadra. Insomma una situazione dalla “anche i ricchi piangono”. Una grottesca situazione che non può che alimentare i più negativi pensieri sul futuro di questa società.

 

Giovanni Ingoglia