Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi
08/08/2018 18:43:00

Mazara, gli appuntamenti del 9 e 10 agosto organizzati dall’Istituto Euroarabo

Ancora un doppio appuntamento settimanale sulla Terrazza Alhambra nell’ambito della Rassegna Estiva degli Incontri culturali promossi dall’Istituto Euroarabo con il patrocinio gratuito dell’Amministrazione civica, in collaborazione con gli Amici della Musica e l’Associazione Strada del vino e dei sapori Val di Mazara.

Giovedì 9 agosto alle ore 21 sarà presentato il volume di Paolo de Angelis, “Legittima offesa”, un romanzo che mette al centro il tema dell’immigrazione con le questioni quanto mai attuali della accoglienza e della convivenza. L’autore è un medico, specializzato in psicologia clinica e psicoterapia psicanalitica in servizio a Roma e dalla sua esperienza ha tratto i motivi ispiratori della sua opera narrativa. Il libro è un originale contributo alla conoscenza di una realtà sociale e soprattutto umana che sovente non riusciamo fino in fondo a comprendere.
A dialogare con l’Autore sarà Antonino Cusumano, dell’Istituto Euroarabo. Leggerà alcune pagine del libro Ermelinda Palmeri, attrice, docente e sensibile interprete.

Venerdì 10 agosto alle ore 21 sarà presentato il volume di Piero Di Giorgi, “Siamo tutti politici”. Si tratta di un’ampia riflessione sulle questioni fondanti della democrazia. Ha senso usare ancora i termini Destra e Sinistra, dopo che sono stati logorati dalla storia? I partiti politici, così come li conosciamo, sono ancora necessari? L’autore si interroga sui rapporti tra politica, economia, psicologia ed educazione all’interno di un ragionamento sulla crisi dell’attuale sistema della rappresentanza.
A dialogare con Piero Di Giorgi saranno Giacomo D’Angelo, dell’Università degli studi di Palermo e Vito Gancitano, segretario provinciale della CGIL.
Coordinerà la serata Vincenzo Montalbano Caracci, dell’Istituto Euroarabo.