28/01/2021 06:00:00

 Dalla Sp21 al porto di Marsala. Il blitz dell'assessore Falcone in provincia di Trapani

Blitz tra Marsala e Trapani ieri dell’assessore regionale alle Infrastrutture, Marco Falcone. Con lui il neo assessore Toni Scilla e la capogruppo all’ARS dell’UDC, Eleonora Lo Curto.

Tante le tematiche affrontate e le criticità evidenziate così come la disponibilità dell’assessore ad affrontarle.
Si inizia dalla Sp21, strada provinciale che si innesta con strade comunali e che di fatto congestiona il traffico, la proprietà dell’arteria è del Libero Consorzio, l’assessore regionale ha previsto in una riorganizzazione dei fondi regionali la manutenzione di questa strada, al contempo si è osservato come sia pericolosa la mancata illuminazione del tratto limitrofo al ponte Verderame in località Nubia. Finora l’illuminazione è venuta meno perché in quella zona ci sono delle specie di uccelli che con la luce artificiale avrebbero dei problemi di adattamento e di volo, per cui la possibilità concreta sarà quella di illuminare ad altezza guardrail.


Attenzione ci sarà anche per la pista ciclabile che vede congiungere Trapani con Marsala, sarà necessario ovviamente che la carreggiata venga ampliata. L’assessore Falcone- sottolinea la deputata Lo Curto- è rimasto affascinato dalla bellezza dei luoghi, dalla magia delle Saline. Ci siamo fermati in zona Nord appena arrivati a Marsala, c’è molta attenzione per la fruizione dei pontili che dovranno essere prima risistemati, io personalmente mi sono adoperata con un emendamento in tal senso. I soldi in cassa ci sono, lo ha anche confermato il dottore Cerami del Libero Consorzio, sono dieci in totale i pontili che verranno sistemati con materiali che rispetteranno la bellezza del luogo e del paesaggio”.


L’incontro a Marsala si è tenuto al Complesso monumentale San Pietro, la questione porto sta a cuore alla deputata dell’UDC e alla neo amministrazione, la Regione è pronta a metterci i fondi, fino ad un ammontare di 25 milioni di euro, ma il progetto è da rifarsi. Non esiste alcun progetto e pertanto gli studi ripartiranno da capo, un iter lungo ma necessario, del resto il porto privato rimarrà solo un sogno, la Regione ha revocato la concessione alla Myr che non ha nemmeno presentato ricorso. I fondi previsti per la realizzazione del porto pubblico di Marsala verranno attinti da un fondo di rotazione regionale.

 


Martedì pomeriggio a Palermo, sempre su iniziativa della Lo Curto, è stata approvata la riforma sull’urbanistica, criticità in merito erano state sollevate dalle categorie di settore che avevano visto limitare in talune zone la possibilità di costruire: “Sono stata portavoce di un interesse collettivo presso il governo regionale, grazie all’entrata in vigore di questa riforma anche Marsala potrà e dovrà mettere mani allo strumento urbanistico comunale”.

“Ritengo l’odierna giornata molto positiva per la nostra città, tenuto conto che i sopralluoghi effettuati con gli esponenti del Governo Regionale e il successivo confronto istituzionale sono significative espressioni di attenzione ai temi cruciali che ho rappresentato. Sono fiducioso che il sincero ascolto delle istanze e le soluzioni prospettate potranno presto tradursi in concreti risultati utili allo sviluppo di questo territorio”. È quanto afferma il sindaco Massimo Grillo che ha ricevuto a Marsala l’assessore regionale alle infrastrutture Marco Falcone e l’assessore regionale all’agricoltura Tony Scilla. Nel Complesso San Pietro - presenti anche l’on. Eleonora Lo Curto, il commissario del Libero Consorzio comunale Raimondo Cerami, il presidente del Consiglio comunale e componenti della Giunta Municipale - il sindaco Grillo ha subito posto sul tappeto diverse criticità che necessitano di notevoli risorse regionali. A cominciare dalla viabilità nel versante nord, sia sulla transitata SP21 che sulla litoranea dello Stagnone dove sono in corso i lavori per la pista ciclopedonale. Qui si pone anche un problema di sicurezza (la strada lagunare necessita del senso unico) e, pertanto, occorre realizzare vie di esodo che congiungano le due strade parallele. La soluzione proposta dall’Amministrazione Grillo è stata condivisa sia dal commissario Cerami che dall’assessore Falcone, affidando lo studio di fattibilità ad un tavolo tecnico allargato composto da tecnici del Libero Consorzio, del Comune di Marsala e della Regione.

Per quanto riguarda la messa in sicurezza della litoranea per i lidi del versante sud, in prossimità dell’ex Fortino, sarà invece il Libero Consorzio che effettuerà un ulteriore sopralluogo. Se dal sopralluogo dovessero risultare necessari interventi per la salvaguardia della litoranea sud, l’assessore Falcone si è detto disponibile a finanziare tali lavori attingendo a fondi regionali per il dissesto idrogeologico. Altre importanti questioni affrontate: il Porto e i passaggi a livello. Sul primo punto, l’assessore Falcone ha evidenziato che a breve si aprirà un bando che destina risorse alla progettazione portuale - ”base da cui partire per un progetto serio e realizzabile” - nel contempo, ha continuato Falcone, “entro il prossimo Maggio contiamo di inaugurare la banchina curvilinea”. Buone notizie anche per le altre due questioni cruciali sollevate dal sindaco Massimo Grillo: l’emergenza idrica e i passaggi a livello (sei dei dieci sotto osservazione potranno contare su una progettazione definitiva entro Giugno). Infine, rispondendo al presidente Sturiano circa la cosiddetta “bretella autostradale”, l’assessore Falcone ha precisato che “il progetto è in attesa delle procedure ambientali e, se tutto procede bene, entro l’anno si potrebbe mandare in gara il progetto”. Nel ringraziare gli intervenuti, il sindaco Grillo e l’assessore Falcone si sono dati appuntamento per un nuovo incontro, il prossimo mese.



https://www.tp24.it/immagini_banner/1614597762-fauna-urbana.png
https://www.tp24.it/immagini_banner/1614341111-mr06.gif