08/06/2020 19:25:00

Prurito insopportabile: cause e rimedi 

 Inizia con un semplice fastidio, quasi impercettibile, mentre i minuti passano, però, incomincia a rendere la nostra attenzione instabile, forse non siamo al punto di allarmarci ma quando la sensazione diventa forte, identifichiamo con le nostre dita la zona interessata è cerchiamo di mettere fine sfregandoci, al noiosissimo prurito. La scena sopra descritta è abbastanza comune può modificarsi a seconda della nostra soglia di sopportazione può essere un dolore più o meno intenso e/o frequente, bisogna però affermare che non è raro purtroppo che un prurito non sia sempre e solo una semplice situazione fastidiosa, a volte può nascondere un problema più serio.

Quando il prurito è per cause fisiche
Affrontiamo la situazione nella quale il fastidio non è solo un evento sporadico e la sua dolorabilità si può definire intensa; in questo caso il prurito può essere sintomo di problematiche lievi come punture di insetti e, come si evince dal sito di Eucerin, non sono da escludere patologie più subdole da indagare; vediamo insieme cause e rimedi. Come prima analisi è importante identificare se il fastidio è localizzato o coinvolge tutto il derma. Nel primo caso potrebbe essere legato ad insetti o comunque a cause esterne, nel secondo caso ci potrebbero essere elementi scatenanti che derivano da cause interne al nostro corpo. Un cattiva idratazione che rende la nostra epidermide secca e rugosa detta xerosi può degenerare coinvolgendo l'intero primo strato protettivo del nostro derma. La dermatite atopica o da contatto potrebbe essere la causa principale del prurito diffuso. Una patologia conosciuta che causa fastidiosi pruriti generalizzati è sicuramente la psoriasi, la quale per definizione, non permette un ricambio cellulare tra epidermide viva e quella morta causando ispessimenti pruriginosi. Eritemi solari, micosi di funghi della pelle, il diabete sono altre cause che hanno esordi quasi sempre assimilabili a fastidiose infiammazione cutanee, che sfociano nel prurito generalizzato. Le reazione allergiche, spesso causate da un'eccessiva produzione di istamina, hanno come step di partenza proprio fastidiosi arrossamenti su tutto il corpo fino ad arrivare alla formazione di bolle tipiche dell'orticaria e quindi al prurito. I rimedi devono essere adattati identificando la causa che porta alla fastidiosa sensazione descritta sopra. Ecco perché il consiglio di rivolgersi agli esperti del settore è valido, per non perdere tempo e per non permettere ad un patologia nascosta di avanzare troppo. Nel caso di dermatiti e pelle secca è possibile usare rimedi lenitivi e rinfrescanti tipici della dermocosmesi che allevino il prurito in poco tempo.

Quando il prurito è psicosomatico
Sembra un’affermazione banale ma l'ansia è la principale deputata dei pruriti che non hanno una vera e propria causa fisica. Le nostre ghiandole deputate al secernere ormoni, se stimolate in maniera eccessiva da un'accelerata attività neuronale tipica dell'ansia, producono sostanze come l'istamina che rende necessario l'atto del grattarsi. Proprio per questo il consiglio di dermatologi e psicologi esperti è non lasciare che i propri istinti prendano l'assoluto controllo sulla ragione. Sfogarsi arrabbiandosi e alzando la voce non è sempre un modo per ottenere un beneficio, anzi l'istamina aumenta e potrebbe di conseguenza acuirsi il prurito. Cambiare scenario, dedicandosi ad un hobby preferito magari sorseggiando una calda tisana alla verbena o al biancospino o praticare la meditazione, potrebbe far scomparire la fastidiosa sensazione d'ansia e il prurito ad essa legata.