Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi
25/03/2019 19:00:00

Il saluto ai trapanesi del Prefetto Darco Pellos

All’atto di lasciare Trapani, rivolgo alla popolazione il mio più grato saluto. Un deferente ringraziamento rivolgo alla Magistratura, ai rappresentanti dei parlamenti nazionale e regionale, alle Forze dell’ordine, Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza e Vigili del fuoco, ai Sindaci e agli amministratori locali, ai rappresentanti delle Forze armate Aeronautica, Esercito e Marina, alle istituzioni scolastiche, ai sindacati e ai dirigenti pubblici.

E’ stato un privilegio e un onore esercitare le funzioni di Prefetto in una provincia così importante e complessa, custode di un patrimonio culturale
artistico e umano senza paragoni. Ringrazio i dipendenti della Prefettura per il sostegno che mi hanno dato, abbiamo cercato, insieme, di rappresentare un punto di libertà e di confronto nel quale ogni istanza potesse trovare voce.

Ho svolto il mio incarico con dedizione senza risparmio di energia al solo fine di garantire una convivenza civile normale e ordinata e con l’intento di difendere il principio di legalità in contrapposizione frontale con ogni mentalità e con ogni azione mafiosa. Con tutte le Istituzioni abbiamo realizzato un sistema, una rete nella quale ciascuno potesse trovare dignità di dialogo per garantire i diritti, primi fra tuttiquelli al lavoro e alla legalità come principi contrapposti ad ogni prevaricazione.

GRAZIE TRAPANI
VIVA L’ITALIA 

Darco Pellos