02/04/2020 13:43:00

Scrive Maria Concetta, sull'ospedale di Marsala e lo stop delle terapie ambulatoriali

 Da cittadina italiana comprendo perfettamente cosa significhi "Emergenza Covid 19". Non riesco invece a comprendere come mai coloro che sono preposti alla Sanità locale restino inerti e indifferenti di fronte alle tante "normali" emergenze ed esigenze sanitarie del nostro territorio.

Il 4 marzo il Sindaco di Marsala indirizza una nota al Direttore generale dell'Asp e all'Assessore regionale alla Sanità in merito alla collocazione della tenda pre-triage. E l'11 marzo la tenda arriva. Il 28 marzo l'ospedale Paolo Borsellino diventa solo "Covid Hospital" e dall'oggi al domani circa 85.000 abitanti si ritrovano senza alcun presidio ospedaliero in barba all'art. 32 della Costituzione che tutela la salute di TUTTI i cittadini.

Ad oggi non è dato sapere con quale illuminata programmazione viene gestita la "normale" emergenza nè come e quando viene assicurato l'espletamento di terapie programmate e indifferibili. Solo per fare un esempio: molti cittadini del nostro Comune necessitano di continuare o intraprendere TERAPIE AMBULATORIALI NON PROCRASTINABILI e che per la loro peculiarità vanno fatte in loco.
Eppure vengono privati di detti ambulatori ospedalieri.
Che ne sarà di loro?

In Fiera a Milano in una decina di giorni viene creato un vero e proprio ospedale specialistico.
A Marsala, rendere fruibile in breve tempo un'area non utilizzata del nostro ospedale o uno dei tanti locali comunali del nostro territorio che risponda a tali esigenze, sembra inattuabile.
Impresa impossibile? Pensiero non ancora pensato?
E siamo sempre in Italia.
Dum Romae consulitur ... Saguntum espugnatur (mentre a Roma si pensa sul da farsi, la città di Salento viene espugnata ).

Gli operatori sanitari, che troppo spesso lavorano in condizioni inaccettabili, e non solo in tempo di coronavirus , sono veramente persone eccezionali. E io auspico che anche i nostri amministratori dimostrino di esserlo, sic et simpliciter, perché questa è la loro MISSIONE: servire il territorio e dare risposte immediate, efficaci e rispondenti ai bisogni di tutti.

Maria Concetta