19/11/2020 06:00:00

Coronavirus, la situazione nelle scuole marsalesi 

 La situazione nelle scuole marsalesi desta preoccupazione in molti  genitori, preoccupati per la diffusione del Covid. Per alcuniilcontagio corre proprio nelle scuole, i bambini spesso sono veicolo del virus, poi incontrano i nonni e altri parenti e il gioco è fatto.

E sono diversi i genitori che hanno già manifestato la volontà di non mandare più i figli a scuola. Così come ci sono altri che ritengono che le scuole siano un posto sicuro, e che puntano il dito contro altri comportamenti, come quelli dei tanti giovani che il pomeriggio e la sera girano per la città come se nulla fosse. 

Gli istituti scolastici dovrebbero essere dei luoghi sicuri, invece per molti sono diventati luogo di ansia. I dirigenti per isolare una classe hanno bisogno che la comunicazione avvenga in maniera ufficiale da parte dell'ASP che, invece, impiega giorni prima di intervenire e quindi il contagio continua a diffondersi. Azioni che non vengono intraprese e che gettano nello sconforto i genitori, ianche perché molti alunni  non godono nemmeno della didattica a distanza e che pertanto sono destinati a restare indietro.

La situazione più critica è al Cavour

Proprio in relazione alla situazione che sta vivendo il plesso Cavour, a seguito della dichiarazione del dirigente, Alberto Riggirello, che ha voluto rassicurare i genitori, gli stessi hanno mandato una nota di smentita e di precisazione sullo stato dei fatti.

Pare, infatti, che il dirigente scolastico abbia preventivamente ricevuto la comunicazione da parte delle famiglie degli studenti risultati positivi al Covid-19: “Le predette comunicazioni, riguardanti la salute pubblica, dovevano essere processate con celerità e rigore al fine di evitare il possibile propagarsi dei contagi, ma il Dirigente riferiva ai rappresentanti dei genitori di attendere istruzioni dal Dipartimento. L’inattività ed il mancato isolamento di una classe, incrementava il numero dei contagi nella stessa. Inoltre, è inspiegabile che il Dirigente abbia chiesto al Presidente del Consiglio di Circolo di avere un “elenco informale” dei casi di positività. Invero, il presidente di Circolo non sapeva e non poteva sapere, per ufficio e funzioni, i nominativi degli alunni positivi al Covid: quest’ultimi sono dati sensibili coperti da riservatezza assoluta”.

I genitori non si sono sentiti ascoltati e per questo motivo hanno deciso di scrivere alla redazione di tp24: “Il Dirigente ha ricevuto, nelle ultime due settimane, almeno tre esposti formali da parte di genitori e di rappresentanti dei genitori, riguardanti: criticità; esposizioni a rischi della comunità scolastica e degli alunni più fragili; sanificazione straordinaria. Nessun riscontro è stato offerto. Pertanto, un gruppo di genitori di alunni del Plesso Cavour ha richiesto “formalmente” l’isolamento preventivo della classe, in cui erano emerse positività al covid,  e l’attivazione della Dad per gli alunni in quarantena volontaria (pratica già adottata da altri Dirigenti scolastici): anche quest’ultimo interpello -ad oggi - è rimasto privo di riscontro. Finora intere classi in quarantena precauzionale volontaria sono prive di istruzione. Dunque, qualsiasi tipo di inattività della dirigenza scolastica non poteva essere giustificata o giustificabile, considerato il valore dei beni oggetto della tutela:”salute pubblica” e “istruzione”. Pertanto, nel rispetto dei ruoli, auspichiamo una vera alleanza scuola-famiglia per la pronta risoluzione delle criticità correlate al periodo,certi che l’interlocuzione informale tra istituzioni,oggi,sia l’unica strada perseguibile”.

E proprio nella giornata di ieri il sindaco della città, Massimo Grillo, insieme all’assessore alla Pubblica Istruzione, Antonella Coppola, hanno incontrato i dirigenti scolastici marsalesi delle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado. L’incontro è avvenuto in video conferenza e ha riguardato, come argomento prioritario la situazione dell'emergenza sanitaria negli Istituti scolastici: “Ho voluto conoscere personalmente lo stato delle cose e devo dire che le parole che ho ascoltato sono state complessivamente rasserenanti -afferma il sindaco Grillo -. Comprendo l'apprensione dei genitori per i propri figli, ma da quanto riferito in questo primo incontro ne deduco che non c'è un allarme contagi nelle scuole, tale da potere giustificare una loro eventuale chiusura".

Dello stesso avviso l’assessora Coppola: "I contagi, per la verità, sono finora stati pochi grazie anche ai dirigenti che hanno immediatamente isolato i casi sospetti, nonché alle famiglie che - in via precauzionale e responsabilmente - hanno tenuto a casa i propri figli. La didattica a distanza, in alcuni casi applicata, rientra nella disponibilità dirigenziale; ma sono certa che il buon senso di tutti e il costante dialogo con i genitori contribuiranno a mitigare la comprensibile ansia familiare causata dal periodo emergenziale".

L’emergenza degli ultimi mesi riguarda anche la creazione di sportelli di ascolto presso gli istituti scolastici, ad intervenire sulla questione Antonella Granello della segreteria provinciale della Cgil e il segretario provinciale della Flc Cgil Ignazio Messana: “Per l'anno scolastico in corso, gli Istituti scolastici possono, infatti, disporre di 4 mila e 800 euro da utilizzare per il supporto psicologico rivolto agli studenti, agli insegnanti e ai genitori. In particolare, la misura scaturisce da un Protocollo nazionale, siglato ad agosto fra il Ministero dell'Istruzione e i sindacati.  In questa delicata fase - dicono Granello e Messana - legata all'emergenza Coronavirus è particolarmente importante puntare, in tutte le scuole, sul sostegno psicologico per far fronte a situazioni di insicurezza, timore di contagio, difficoltà di concentrazione e situazione di isolamento. Emergenza Covid a parte, riteniamo che negli Istituti scolastici, l'ascolto e il sostegno psicologico vadano garantiti, di anno in anno, anche attraverso l’utilizzo di altri Fondi strutturali". La Cgil e la Flc Cgil promuoveranno una campagna di sensibilizzazione e promozione per l'attivazione degli sportelli di ascolto nelle scuole. 



https://www.tp24.it/immagini_banner/1605287177-selezioni.png
https://www.tp24.it/immagini_banner/1604331449-novembre-2020.gif
https://www.tp24.it/immagini_banner/1606118777-novembre-2020.gif
https://www.tp24.it/immagini_banner/1604651182-jacket-days.gif