Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi
08/11/2019 15:00:00

Studenti del "De Stefano" di Erice volano in Bulgaria con "Erasmus +"

 La scuola media «Antonino De Stefano» di Erice entra nel grande mondo di «Erasmus +», il progetto europeo di scambio e condivisione di pratiche didattiche e di esperienze di vita.


Una rappresentanza della De Stefano è volata a Varna, in Bulgaria, dove rimarrà fino al 12 novembre, per partecipare alla prima mobilità internazionale. Il focus dell'attività è dedicato all'acqua: «Let’s save water as a natural resource». La partecipazione della scuola a questo tipo di partenariati e alle sue mobilità rappresenta un'opportunità di cambiamento, in una dimensione europea, per stimolare processi di innovazione e promuovere i valori dell’inclusione e della tolleranza.

L'istituto scolastico lavorerà in collaborazione con cinque scuole partner di: Bulgaria, Portogallo, Spagna, Romania e Turchia. Gli alunni e lo staff lavoreranno sul tema e condivideranno le proprie esperienze didattiche, nell'arco di un biennio, negli incontri che si svolgeranno nei diversi Paesi coinvolti. «Grazie al progetto Erasmus +, la tutela dell'ambiente, ed in modo particolare dell'acqua, come fonte di vita e di sopravvivenza, è ora, nella nostra scuola, parte integrante di un curricolo scolastico che mira a favorire, in ogni giovane cittadino, lo sviluppo di una personalità attenta e sensibile al proprio benessere e a quello degli altri. Attraverso la mobilità e la collaborazione dei docenti – afferma il Dirigente scolastico Anna Maria Di Marzo –, e degli studenti dei 6 Paesi europei coinvolti nel progetto, sarà possibile riflettere sull'importanza dell'acqua per la nostra esistenza e realizzare una raccolta di buone pratiche per salvaguardare e proteggere questo bene così prezioso».


Alla prima mobilità partecipano il Dirigente scolastico, Anna Maria Di Marzo, la docente e coordinatrice del progetto, Giovanna Nicotra, e gli studenti: Ludovica Lima, Francesca Gramignano, Francesca Di Bartolo, Jawad Moussallah. Nella votazione sul miglior logo dell'iniziativa, ideato grazie a un concorso promosso dai docenti della Commissione Erasmus +, parteciperà anche quello realizzato da Anita Coppola, alunna della classe 2°L della De Stefano.