04/05/2019 06:00:00

Marsala, ecco le Manifestazioni Garibaldine. Ma il sindaco non vuole dire quanto costano

 Sono state presentate le Manifestazioni Garibaldine, ma il sindaco di Marsala non vuole dire quanto costano. “Non lo so, non mi interessa quanto costano” è stata la risposta inspiegabilmente spazientita di Alberto Di Girolamo a Tp24.it, che gli chiedeva del costo degli eventi per l'anniversario dello sbarco di Garibaldi a Marsala.


Convegni, mostre, estemporanee di pittura, manifestazioni culinarie, gare di vela, concerti, celebrazioni. C'è questo nel programma delle manifestazioni garibaldine presentate a Marsala. Dal 10 al 12 maggio, tre giorni di eventi.

Tanti eventi ma poche le novità quest'anno. Il Color Wibe, il villaggio del cibo da strada “Gustissimo” a Villa Cavallotti, poi, più o meno, ci sono i soliti eventi che si ripetono di anno in anno per celebrare uno degli eventi storici più importanti d'Italia, lo sbarco di Garibaldi e dei Mille a Marsala. Tante cose, tanti eventi, alcuni nuovi, molti ricicciati dalle passate edizioni. Sul costo il sindaco Alberto Di Girolamo ha però perso un po' la calma e non ha risposto. “Non lo so, pensiamo ad investire, non mi interessa al momento, mi interessa investire e la ricaduta sul territorio Poi si vedrà. Non state sempre a cercare il pelo nell'uovo”. Ha risposto un po' nervoso il sindaco.
Ci ha pensato poi l'assessore Andrea Baiata, a fine conferenza, a sbilanciarsi: “costerà più o meno 30 mila euro”. E che ci voleva? Perchè inalberarsi per dei costi che poi comunque verranno fuori dall'albo pretorio?

“La città è viva, ci sono molti turisti in questo periodo, e se ci fosse l'aeroporto ce ne sarebbero molte di più”, ha esordito Di Girolamo in conferenza stampa.

“Queste manifestazioni sono una scommessa vincente, con il coinvolgimento di pubblico e privato. Abbiamo coinvolto tutta la città. Sport, cultura, cibo, sono contento per il lavoro fatto”, ha aggiunto il sindaco che, vista la giornata uggiosa, si è lasciato andare un “speriamo che non piova”.

Sono molti gli studenti coinvolti in queste manifestazioni garibaldine. Come “Pompieropoli”, che l'assessore Anna Maria Angileri definisce “un momento significativo per diffondere la cultura della sicurezza nella scuola. E' qualcosa che va coltivata tutti insieme”.

Ci sono molti convegni in programma, anche con argomenti che non sono proprio risorgimentali. Come “La Sicilia e la Grande Guerra”. Sono convegni che derivano anche dai progetti di Alternanza Scuola Lavoro che diversi studenti marsalesi hanno fatto presso la Biblioteca e il Centro Studi Garibaldino. Uno dei momenti che sta più a cuore all'Amministrazione è la riapertura, in veste rinnovata, del Museo Garibaldino. L'assessore Clara Ruggieri precisa che la “parte principale è dedicata allo studio del Risorgimento”.

Tra gli eventi che si ripropongono ci sono le regate di vela. “Ogni anno cerchiamo di crescere, con diversi tipi di imbarcazioni” spiega l'assessore Andrea Baiata facendo l'elenco degli appuntamenti che gli competono. Ci sono anche le Ferrari che si radunano a Marsala e il giro delle Vespe. L'11 maggio ci sarà poi il corteo garibaldino che terminerà al Monumento ai Mille.
Ma l'11 maggio non è soltanto la festa per lo Sbarco dei Mille. La giornata si aprirà infatti con le commemorazioni per il bombardamento dell'11 maggio 1943. “Una giornata particolare, dobbiamo ricordare quello che è successo. E' una giornata con un mix di festa e tristezza”, dice Alberto Di Girolamo.

Il programma completo è online sul portale turistico.



  • Tp24 Tv
  • RMC101
  • Podcast
  • Inchieste
https://www.tp24.it/immagini_banner/1610709383-incentivi-audi-gennaio.gif
https://www.tp24.it/immagini_banner/1610729970-gennaio-2021.gif
https://www.tp24.it/immagini_banner/1610622923-gennaio-2021.jpg