17/12/2019 16:28:00

Forma fisica e salute: l’efficacia dell’elettrostimolatore per un intervento mirato

Che sia per entrare agevolmente nell’abito appena comprato per l’occasione o semplicemente per arrivare più preparati a luculliani pranzi e cene tipici dei periodi di festa, ognuno di noi desidera mostrarsi al meglio a parenti e amici in queste ricorrenze e al tempo stesso tenere sotto controllo il proprio stato di salute se non addirittura migliorarlo. Come illustrato nel seminario “La dieta mediterranea e la prevenzione delle patologie metaboliche”, per riuscirci può bastare poco, come ad esempio mantenere uno stile di vita sano in cui si pratica regolarmente attività fisica e prestare attenzione all’alimentazione. In tal senso può aiutare ricorrere alla dieta mediterranea, un modello nutrizionale dal 2010 patrimonio dell’Unesco in cui il regime alimentare da seguire è indicato da un grafico a piramide con alla base ortaggi, legumi e frutta, fondamento di ogni pasto della giornata, seguiti a salire da pane, pasta, pesce, latte, formaggio e uova, per terminare in cima con carne e dolci, da consumare in quantità inferiori.

Uno studio condotto dall’Istituto Ixè ha dimostrato che più della metà degli italiani dichiara di conoscere la dieta mediterranea e di metterla in pratica quotidianamente per varie ragioni. Tra questi il 53% lo fa per ottenere benefici sul sistema circolatorio e cardiovascolare, il 46% per gli effetti sulla longevità e solo il 37% per tenere sotto controllo il proprio peso. Occorre sapere però che tali accorgimenti in caso di obesità e altri problemi di salute possono non bastare in quanto non vanno a eliminare complicanze quali il ristagno dei liquidi corporei specialmente negli arti inferiori.

Certamente associare l’attività fisica alla dieta mediterranea può solo portare a un miglioramento generale del benessere psicofisico di chiunque, ma per massimizzare i risultati alcuni potrebbero aver bisogno di intervenire in modo mirato anche su aree localizzate, spesso cruccio di chi desidera un’estetica impeccabile. In questi casi per esempio può rivelarsi utile l’utilizzo di un elettrostimolatore, ovvero un’apparecchiatura che attraverso degli elettrodi da posizionare nelle zone da trattare genera impulsi elettrici assolutamente indolore con intensità e durata diverse. Se non si sa quale scegliere tra i mille modelli in commercio, può essere utile individuare il migliore elettrostimolatore muscolare per le proprie esigenze leggendo l’articolo di Habu.it, in cui viene spiegato nel dettaglio il funzionamento di questo dispositivo e quali benefici può apportare. Infatti non si tratta di uno strumento riservato esclusivamente a specifiche categorie di utilizzatori, quali ad esempio atleti e sportivi, che spesso lo usano come integrazione alla loro routine di allenamento, ma se ne potrà servire pure chi necessita di fare riabilitazione dopo aver subito un intervento al fine di accelerare così il processo di guarigione. Se il proprio sogno invece è quello di avere addominali scolpiti basterà procurarsi un modello a fascia e selezionare un apposito programma di rassodamento o tonificazione. Ovviamente la pancia non è l’unica parte del corpo che può essere trattata, ma anzi si sarà in grado di intervenire su questa e altre zone procurandosi una versione con forma e funzionalità adatte ai propri scopi.

Indipendentemente dall’obiettivo, per ottenere risultati apprezzabili è consigliabile fare almeno dalle 2 alle 4 sedute alla settimana, ognuna delle quali richiederà solo un breve lasso di tempo di massimo 40 minuti, una pausa del tutto ragionevole da concedersi durante la giornata, magari approfittandone per leggere un libro o guardare un programma tv. L’acquisto di un elettrostimolatore non deve essere visto come l’unica soluzione alle proprie esigenze estetiche o di riabilitazione, ma piuttosto come un complemento per risolvere alcune problematiche o quantomeno attenuarle. Infatti chi volesse servirsene per dimagrire dovrà essere costante nell’uso dell’apparato e al contempo praticare attività fisica e mangiare sano, possibilmente seguendo la dieta mediterranea tanto raccomandata dai medici, uno scrigno di tesori capace di assicurare longevità e benessere.