14/08/2018 06:00:00

La stagione turistica nelle isole della Sicilia. Male le Egadi, boom Eolie e Lampedusa

Il turismo nelle isole minori e negli arcipelaghi siciliani sta andando a doppia velocità. C’è il boom delle Eolie, con il tutto esaurito previsto per il ferragosto.

Numeri molto positivi anche a Lampedusa e Pantelleria nonostante in quest’ultima ci siano problemi sia con i trasporti aerei sia con quelli marittimi. Alle Egadi, invece, le cose non vanno bene e si registra un calo di turisti che a fine stagione segnerà un segno negativo del 30% rispetto al 2017.

Alle Eolie prese d’assalto già da qualche anno, navi traghetto e aliscafi sono sempre pieni. La maggior parte dei turisti arriva da Francia, Austria, Germania, ma tanti arrivano anche da Nord Italia e da Stati Uniti.

Anche se per il Ferragosto le isole Egadi sono piene, in generale la stagione non sta andando bene, influenzata negativamente dal drastico stop dei voli Ryanair all’aeroporto di Birgi, con gli albergatori e titolari di B&B che puntano il dito proprio sulla diminuzione degli arrivi.

Parlano di brutta stagione sia il rappresentante degli albergatori delle Egadi, Nino Mazzara: "Non è stato un buon anno, c’è stato un calo ed è evidente", sia il sindaco Giuseppe Pagoto che, oltre a sottolineare il problema dell'aeroporto di Birgi, ha chiesto, per favorire la stagione turistica, un potenziamento dei collegamenti marittimi veloci per il mese di agosto e settembre. “Speriamo che la nostra richiesta venga accolta per andare incontro agli operatori di turistici delle tre isole”.

Lampedusa – Sono positivi, come dicevamo, i numeri del turismo a Lampedusa favorito da tanti voli charter organizzati da tour operator e agenzia viaggi. Il record si era già registrato lo scorso anno con un aumento del 40% dei voli e di passeggeri che hanno toccato quota 250 mila  fino a tutto il mese di settembre. Ma anche la stagione 2018 chiuderà con numeri più che positivi grazie ai tanti voli di linea diretti da Venezia, Milano Linate e Malpensa, Roma, Bologna, Bergamo e ai quattro collegamenti giornalieri con Palermo e uno con Catania,

Anche a Pantelleria nonostante i disagi dei collegamenti aerei e marittimi i turisti sono in crescita. «Abbiamo registrato un leggero aumento – le parole di Fabio Casano di “Pantelleria Island” – malgrado tutte le difficoltà per raggiungere l’isola. Giugno è stato migliore come presenze di luglio, in agosto c’è il solito pienone, attendiamo settembre ed ottobre per dare un giudizio definitivo sulla stagione».