Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi
08/08/2019 10:30:00

Dal Cipe 40 milioni per opere irrigue al Consorzio di Bonifica della Sicilia Occidentale

Stanziati 40,6 milioni di euro per finanziare tre opere irrigue in Provincia di Palermo a confine con le provincie di Trapani ed Agrigento. È quanto stabilito nel corso della seduta del primo di agosto dal CIPE, il Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica, che ha approvato la proposta avanzata dal Ministero delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo, di rimodulare i fondi già stanziati da precedenti delibere, tra il 2002 e il 2012.

“E’ un risultato doppiamente importante - spiega Carlo Turriciano, commissario straordinario del Consorzio di Bonifica della Sicilia occidentale - non solo perché saremo in grado di portare un deciso ammodernamento delle reti di distribuzione irrigua in diverse zone del nostro territorio, di aumentare la superficie attrezzata, ma perché abbiamo evitato che questo finanziamento venisse perso”.

“Dal mio insediamento - continua Turriciano - mi sono impegnato per non perdere questo finanziamento ma non sarebbe stato possibile raggiungere questo obiettivo senza lo straordinario lavoro di squadra dei miei collaboratori, della regia del direttore generale del Consorzio Giovanni Tomasino e del Dirigente dell’Area Tecnica del Consorzio della Sicilia Occidentale, Ing. Fabio Sardo, e soprattutto della caparbietà dell’assessore Bandiera”.

Gli interventi di ammodernamento delle reti riguarderanno il servizio del comprensorio dello Jato, il serbatoio di Garcia sul fiume Belice sinistro e le opere di risanamento del suo sistema di sollevamento, nonché la realizzazione ex nuovo di un ulteriore lotto di irrigazione.

“Con la realizzazione di questi importanti interventi si compie un deciso passo avanti e si apre una nuova fase operativa con l’obiettivo di dotare il Consorzio di infrastrutture di adduzione e distribuzione della risorsa idrica e irrigua, sempre più efficienti per garantire il miglior servizio irriguo al comparto agricolo del territorio” conclude il Commissario.