20/08/2020 09:11:00

Stalking, processo a Crocchiolo e Giammalvo. Scrive il legale di Teresa Angelo

 Illustrissimo signor Direttore,

In relazione all’ articolo pubblicato il 24 luglio 2020 dal titolo: ”Marsala, processo stalking. Scrivono i legali di un imputato per alcune precisazioni”.

Nell’interesse della signora Teresa Angelo, persona offesa costituita parte civile nell’ ambito del procedimento contro Crocchiolo Maurizio e Giammalvo Giuseppe, imputati del reato di stalking ed altro, SI PRECISA CHE :

a. In data 1 luglio 2020 davanti al Giudice Monocratico del Tribunale di Marsala, è stato sentito il Maresciallo Calogero Salvaggio Comandante dei Carabineri della Stazione di Salemi il quale ha coordinato le indagini e rispondendo alle domande del P.M. (Pubblico Ministero) alla pag 69 e seguenti delle trascrizioni dell’1 luglio 2020 ha dato le seguenti risposte:

-PM: ” Un’ ultima domanda. Non so se l’ha fatto lei questo accertamento o meno. A carico del Crocchiolo le risulta che siano state sporte denunce per violenza da parte delle precedenti fidanzate del Crocchiolo?”

- MARESCIALLO:” Sì, c’erano credo una o due querele già sporte da altri soggetti per molestie.Sì a novembre 2010 una denuncia sporta dalla signora A.R.. Allora,qua il collega di Castelvetrano dico, fra l’altro non è neanche un atto mio.” Per completezza di referto corre l’obbligo evidenziare che il Crocchiolo non è nuovo a comportamenti molesti posti in essere nei confronti di donne con le quali aveva intrattenuto relazioni. Infatti si rileva che nel novembre 2010 la signora A.R., già compagna dell’odierno indagato, aveva promosso azione legale nei confronti dell’ex compagno ritenendolo responsabile del reato di minacce. E’ stata destinataria di una serie di messaggi sms dal contenuto volgare.”

-GIUDICE: “Va bene, l’altra denuncia era sporta da?”

-MARESCIALLO: “ Si era reso protagonista di atti violenti contro l’ex fidanzata V.R.”

B. Alla successiva udienza del 16 luglio 2020 viene sentIto l’imputato Crocchiolo Maurizio il quale rispondendo alle domande dell’ avv di parte civile cioè del sottoscritto difensore dichiara :

In ordine alla prima querela:

-PARTE CIVILE AVV.FERRO:”Lei conosce tale A.R?”

-IMPUTATO CROCCHIOLO:”Sì la conosco.”

-PARTE CIVILE AVV FERRO:”E’ stato denunziato dalla signora A. R.?”

-IMPUTATO CROCCHIOLO:”Credo che abbia fatto molto tempo fa una querela fatta d’istinto per sue motivazioni, che poi mi ha chiesto scusa e l’ha ritirata, penso che sia una cosa che non ha dato corso, tant’è vero che fino a tutt’oggi ci sentiamo, se vuole prendo il telefonino e le faccio vedere pure dal telefonino la conversazione su WhatsApp.”

Perchè allora mi hanno chiamato i Carabinieri di Castelvetrano e me l’hanno detto. Ma poi non vedo io cosa c’entra questa cosa”.

In ordine alla seconda querela risultante dalle dichiarazioni del Maresciallo Calogero Salvaggio alla pag 84 e seguenti della trascrizione del 16 luglio 2020, a domanda dell’avv. di parte civile:

-PARTE CIVILE AVV FERRO :” La signora V.R.?”

-IMPUTATO CROCCHIOLO:-“La conosco, sì.”

-PARTE CIVILE AVV.FERRO:” Ha avuto una relazione con la signora V.R ?”

-IMPUTATO CROCCHIOLO:”Ma guardi che io la signora V.R. l’ho conosciuta che avevo vent’anni, ventitrè anni, appena lavoravo e non ero neanche sposato, se ho avuto o non avuto in quel periodo non so cosa possa interessare, a ventitrè anni, io non lo so.”

Alle successive domande dell’ avvocato di parte civile lo stesso imputato Crocchiolo Maurizio alla pag 85 dichiara di avvalersi della facoltà di non rispondere.

Quanto su riportato corrisponde fedelmente al contenuto delle trascrizioni e pertanto agevolmente se ne deduce che il contenuto della missiva dei difensori dell’imputato Crocchiolo va integrato.

Nella specie:

-in ordine al punto A della missiva dei difensori dell’imputato Crocchiolo -“Nel corso delle indagini dei Carabinieri non è risultato che nei confronti del Crocchiolo fossero mai state presentate due querele, una rimessa per minacce, molestie, sms volgari, verso due donne”, VA PRECISATO, invece , che all’udienza del 1° luglio, come già indicato, il Maresciallo Calogero Salvaggio ha dichiarato che risultavano agli atti due querele contro il sig. Crocchiolo Maurizio .

-In ordine al punto B della missiva -“ Il Crocchiolo ha precisato che, ormai passati dieci anni, venne a sapere che una querela era stata presentata, ma immediatamente rimessa dalla stessa denunziante che si scusò per l’accaduto “,VA PRECISATO che il Crocchiolo Maurizio ha dichiarato quanto segue :“Perchè allora mi hanno chiamato i Carabinieri di Castelvetrano e me l’hanno detto. Ma poi non vedo io cosa c’entra questa cosa”.

Se ne deduce quindi che il Crocchiolo Maurizio venne a conoscenza della querela presentata da A.R. nell’immediatezza in quanto notificatogli dai Carabinieri di Castelvetrano e non dieci anni dopo, come si legge nella missiva.

Dal contenuto delle trascrizioni relative alle udienze sia dell’ 1 luglio 2020 sia del 16 luglio 2020 è emerso che a carico del Crocchiolo Maurizio erano state presentate due distinte querele per fatti di minacce , ingiurie e sms volgari e che lo stesso Crocchiolo Maurizio ammette di conoscere le persone che lo hanno denunciato.

Infine, essendo state le trscrizioni relative all’esame dell’imputato Crocchiolo Maurizio depositate in Cancelleria in data 13 agosto 2020, non è stato possibile prima dare riscontro al contenuto della missiva dei legali dell’imputato Crocchiolo Maurizio pubblicata il 24 luglio 2020.

Tanto si doveva per amore della giustizia e animato da un dovere professionale.

Giuseppe Ferro



https://www.tp24.it/immagini_banner/1611748739-volkswagen-polo-e-t-cross.gif
https://www.tp24.it/immagini_banner/1610729970-gennaio-2021.gif
https://www.tp24.it/immagini_banner/1610622923-gennaio-2021.jpg