24/01/2021 10:33:00

Dalla zia all'insonnia, tutte le bugie dei multati in Sicilia per le violazioni della "zona rossa"

 Perché in Sicilia sono in pochi a rispettare la zona rossa? Perché ognuno crede di avere un motivo valido, validissimo, per non stare in casa. E alcuni, a leggere alcuni verbali delle forze dell'ordine dopo i controlli aumentati in questi giorni, sono incredibili.

E così, c'è chi, fermato in piena notte, dice agli agenti della polizia: "Non riuscivo a prendere sonno". Un altro che dice: "Vado dalla zia". Ma non sa dove abita ... 

In molti si giustificano dicendo che devono andare a fare la spesa, ma nelle grandi città vengono multati quando sono dalla parte opposta rispetto alla zona di residenza. Insomma, nel caso di Marsala, se abiti a Birgi, davvero il tuo unico supermercato di fiducia è a ... Strasatti? 

In tanti, poi, vengono multati semplicemente perché passeggiano. E non si può fare. Ricordiamo e attuali restrizioni prevedono che ci si possa allontanare dalla propria abitazione solo per ragioni urgenti di lavoro, salute o per raggiungere propri familiari in situazioni di disagio.

C'è chi chi ha dichiarato di essere in possesso di una prescrizione medica dimenticata però a casa. Ci sono le coppie sorprese ad appartarsi (anche questo è vietato ...).

Ancora, un cittadino durante il controllo ha dichiarato che si stava recando in un supermercato della zona per "comprare una bevanda" aggiungendo poi "di non aver denaro al seguito per l’acquisto".

Per le dichiarazioni mendaci o risultate false, i soggetti contravvenzionati rischiano il deferimento alla locale Procura della Repubblica per falso ideologico e falsa attestazione a pubblico ufficiale.



https://www.tp24.it/immagini_banner/1618405624-nuova-audi-q2-e-q3-sportback-aprile.gif
https://www.tp24.it/immagini_banner/1618563808-istituzionale.gif
https://www.tp24.it/immagini_banner/1617957783-stagista-tp24.jpg
!-- ADS_MEDIUM_RECTANGLE_4_DESKTOP -->
<