28/10/2021 06:00:00

Lo smantellamento della sezione di pg della Finanza a Marsala. Il caso in Parlamento

Approda alla Camera dei deputati la vicenda della sezione di pg della Guardia di finanza della Procura di Marsala smantellata a fine marzo 2017.

Una interrogazione a risposta scritta è stata presentata, infatti, dall’on. Maria Carolina Varchi (FdI) ai ministri dell’Economia e finanze e della Giustizia.

Nella primavera di quattro anni fa, i componenti della sezione di via Struppa vennero trasferiti in altri reparti delle Fiamme Gialle, a causa di alcuni procedimenti penali, ordinari e militari, nonché disciplinari, avviati a loro carico a seguito di esposti anonimi (su tutti, quello pervenuto al Comando generale della Guardia di finanza il 3 dicembre 2015 contro il responsabile della sezione, il luogotenente Antonio Lubrano) nei quali venivano mosse varie accuse.

E in particolare, falso ideologico commesso da pubblico ufficiale, traffico di influenze illecite, rivelazione di segreto d'ufficio, truffa e peculato militare aggravato. Per alcuni di questi reati, la stessa Procura di Marsala chiese e ottenne l’archiviazione, mentre per altri i processi, sia davanti il Tribunale di Marsala che davanti il Tribunale militare di Napoli, si sono ormai conclusi con assoluzioni, ormai definitive, da ogni accusa. Nella sua interrogazione, l’on. Varchi chiede ai ministri dell’Economia e Finanze e della Giustizia “di quali informazioni disponga il Governo, per quanto di competenza, in merito alle vicende di cui in premessa, con particolare riguardo alla loro durata, alle conseguenze sulla carriera dei militari coinvolti e al relativo costo a carico del bilancio pubblico”. In circa vent’anni di attività, la sezione di pg delle Fiamme Gialle della Procura di Marsala smantellata nel marzo 2017 ha svolto numerose indagini, anche di propria iniziativa, oltre che delegate da vari pm, sia su casi di bancarotta fraudolenta ed evasioni fiscali milionarie, che su rappresentanti delle stesse forze dell’ordine. Una di queste, è stata quella che ha visto condannati definitivamente, per “mano pesante” su persone fermate per controlli, alcuni carabinieri in passato in servizio alla stazione di Pantelleria. Altre indagini, invece, hanno riguardato poliziotti di Mazara del Vallo e Marsala, sfociate anche in misure cautelari, e militari della stessa Guardia di finanza e persino un comandante regionale delle Fiamme Gialle (reati relativi alla sicurezza sul lavoro). Nel corso degli anni, la sezione di pg e l’allora procuratore di Marsala, Alberto Di Pisa, hanno subito pesanti intimidazioni (arrivate anche buste con proiettili).

Qui il testo dell'interrogazione. 



Medicina e Chirurgia | 2021-11-26 09:09:00
https://www.tp24.it/immagini_articoli/24-03-2021/1616566080-0-etna-un-altra-eruzione-fontane-di-lava-e-boati-il-video.jpg

Quando bisogna andare dal cardiologo?

La prevenzione spesso rappresenta la nostra salvezza, soprattutto in alcuni ambiti, pertanto, il nostro obiettivo è di sensibilizzare le persone a prendersi cura della propria salute e di quella dei propri cari, attraverso...

https://www.tp24.it/immagini_banner/1635349727-super-fibra.gif
https://www.tp24.it/immagini_banner/1635523330-istituzionale.gif
https://www.tp24.it/immagini_banner/1638032102-istituzionale-5-di-6.gif
<